Il centro geografico d'Italia? È a Narni

Un nuovo studio toglie il primato a Orvieto

Il centro geografico d'Italia si troverebbe in Umbria, in provincia di Terni, e per la precisione nel territorio di Narni, a due passi dal ponte Cardona. È quanto afferma un appassionato geografo perugino, Giuseppe Angeletti, che in collaborazione con l’Istituto geografico militare di Firenze ha eseguito una serie di verifiche e studi per individuare l’esatta collocazione del centro d’Italia, da secoli rivendicato da diverse località tra Umbria e Lazio.

Il risultato dello studio è arrivato quindi sul tavolo del consiglio comunale di Narni, che ha così deciso di collocare all'interno del proprio territorio, all'altezza di ponte Cardona, la segnaletica che indica il centro geografico d'Italia. La giunta narnese, da sempre attenta alla promozione del territorio sfruttando anche suggestioni "esterne" (basti ricordare Le cronache di Narnia, che periodicamente riportano in auge il piccolo borgo ternano, probabilmente ispiratore della saga fantasy) oltre che la propria storia (come Narni Sotterranea), starebbe già pensando alla creazione di un percorso europeo e di una serie di iniziative in chiave turistica.

Ma di certo l'iniziativa di Narni, che ha avuto anche l'onore di un servizio su Tg1 delle 20 di ieri sera, sta già scatenando polemiche campanilistiche con gli altri paesi che ritengono di avere al loro interno il "vero" centro geografico d'Italia. La differenza dipende essenzialmente dai diversi criteri utilizzati per la misurazione, visto che l'Italia non ha confini e bordi omogenei, ma nel corso dei secoli diverse località hanno rivendicato il primato. Perlopiù in Umbria: Orvieto, e precisamente la frazione di Fontanelle di Bardano, è l'ultimo in ordine di tempo a essere accreditato come centro d'Italia, da una ricerca olandese. In precedenza il primato era rivendicato da Foligno, che si proclama addirittura centro del mondo, e da Monteluco, frazione di Spoleto.

Un'altra antica tradizione vuole invece che il centro geografico d'Italia, o meglio "l'ombelico d'Italia", si trovi a Rieti. Qui, e per la precisione in Piazza San Rufo, in pieno centro storico, da secoli è stato individuato il centro d'Italia, che viene segnalato da una targa e, dal 2001, da un monumento che, per via della sua forma, è stato ribattezzato "la caciotta" dai reatini. Reatini che adesso attendono una presa di posizione del Comune per non perdere uno dei loro simboli.

Narni_-_Chiesa_di_San_Giovenale_7


Foto da Wikipedia

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO