Lecce: 59 enne morta per colpa della bombola a gas

Una fiammata sprigionatasi da una bombola di gas uccide una 59 enne a Monteroni, in provincia di Lecce.

Una donna di 59 anni è morta, a Monteroni di Lecce, a causa della bombola a gas del suo appartamento. A un certo punto, infatti, una fiammata ha investito la casa di via Diaz 44 e Maristella Paglialunga non ha avuto scampo. Nonostante l'intervento dei sanitari del 118 e dei vigili del fuoco, accorsi sul posto per domare le fiamme.

L'edificio successivamente è stato messo in sicurezza, ma per la donna non c'era già più niente da fare. A originare l'accaduto, probabilmente, il tentativo di allacciare la bombola alla stufa. Da lì sarebbe partita la fiammata che poi ha scatenato il rogo all'interno dell'appartamento. Sul posto sono arrivati anche i carabinieri di Monteroni e i colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Lecce.

Al sopralluogo ha assistito pure il pm di turno, Maria Vallefuoco. La salma della vittima, dopo l'ispezione da parte del medico legale, Alberto Tortorella, è stata trasportata presso la camera mortuaria dell'ospedale Vito Fazzi per essere sottoposta all'autopsia, in programma nei prossimi giorni. Si attende che sia affidato l'incarico all'esperto, designato dalla Procura della repubblica salentina.

La vittima era invalida civile. Al momento dello scoppio, era sola in casa. Le fiamme, dopo aver avvolto il corpo di Maristella, si sono estese a tutte le altre camere dell'appartamento. I vigili del fuoco hanno dovuto fare in fretta per evitare che venisse toccato anche il contenitore del gas.

Monteroni di Lecce

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO