Andreas Lubitz, chi era il copilota dell'Airbus A320 della Germawings

Andreas Günter Lubitz aveva ottenuto il certificato d'eccellenza della FAA, l'organismo statunitense della sicurezza del volo ed era stato inserito nel prestigioso FAA Airmen Certification Database.

Mentre il mondo si interroga su quale possa essere stato il motivo che ha portato il pilota Andreas Lubitz a chiudersi nella cabina dell'Airbus A320 e ha scendere in picchiata schiantandosi sulle Alpi francesi con a bordo altre 149 persone, emergono particolari sulla sua vita. I vertici di Lufthansa hanno detto, durante una conferenza stampa, che Lubitz sei anni fa aveva sospeso il suo percorso formativo come pilota per qualche mese, poi aveva ripreso superando tutti i test fisici, psicologici e attitudinali ed era stato ritenuto al 100% idoneo a pilotare gli Airbus, attività che ha cominciato a svolgere per Germanwings nel 2013. Secondo alcuni giornali tedeschi il motivo di quella interruzione si qualche mese sarebbe stata la depressione.

Intanto la sua casa a Montabaur, dove viveva con i genitori, è piantonata dalla polizia, mentre i famigliari hanno raggiunto la Francia, sono un paesino vicino al luogo dello schianto, ma sono separati dalle famiglie delle altre vittime.

Chi è Andreas Lubitz, il copilota dell'Airbus A320


Andreas Lubitz

: questo è il nome del copilota del volo Germanwings precipitato nelle Alpi francesi il 24 marzo 2015. Il suo nome è stato fatto per la prima volta dal Procuratore di Marsiglia Brice Robin, che in conferenza stampa ha dato informazioni decisive sulla dinamica dei fatti.

Andreas Guenter Lubitz, di nazionalità tedesca, dello stato della Renania, aveva 27 anni. La sua città di origine è Montabaur (poco più di 10mila abitanti, capoluogo del Westerwaldkreis). Secondo la Bild, si sarebbe formato a Brema.

Lavorava per Germanwings dal settembre del 2013, aveva già completato 630 ore di volo.

Interrogato dai giornalisti sulla religione e l'etnia di Lubitz, il Procuratore di Marsiglia ha spiegato di non avere risposte precise in merito, ma che non era quella la strada da seguire. In seguito il ministro dell'interno tedesco ha detto che "non c'è nessun collegamento tra terrorismo e copilota".

Secondo la procura, Lubitz si sarebbe chiuso all'interno della cabina di pilotaggio approfittando di una pausa al bagno del comandante del volo, Patrick Sonderheimer. A quel punto, il 27enne non ha più parlato né fatto rientare il comandante, e ha volontariamente fatto scendere il velivolo fino a farlo schiantare al suolo. Lubitz era in vita fino al momento dell'impatto, escluso dunque qualsiasi malore.

Sul web circola già questa foto di Andreas Lubitz, pubblicata dal francese Paris Match.
Andreas-Lubitz-foto

Lubitz aveva un profilo personale su Facebook, chiuso dal social network pochi minuti dopo. Ora su Facebook sono già diverse le pagine o i profili personali fake, utilizzate per sfruttare la popolarità del nome del copilota.

Qui sotto alcuni screenshot tratti dal profilo, ora chiuso, di Andreas Lubitz.

Notizia in aggiornamento

Vota l'articolo:
4.50 su 5.00 basato su 4 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO