Mali, uccisi cinque peacekeeper Onu

Un convoglio Onu è stato attaccato nel nord del Mali

Cinque peacekeeper dell’Onu sono stati uccisi durante un attacco portato a un convoglio che si trovava nel Nord del Mali, nell’ambito della missione per il mantenimento della Pace nel paese dell’Africa Occidentale.

L’attacco si è verificato nei pressi di Goundam, una città situata a sud ovest di Timbuktu, un’area nella quale, da circa dieci anni, le forze di Al Qaeda nel Maghreb Islamico combattono una guerra per il controllo territoriale che nel 2013 ha coinvolto anche l’esercito francese.

Cinque caschi blu, dunque, sono morti e, secondo quanto riferito alla Reuters da un soldato dell’Onu, si trattava di alcuni peacekeeper facenti parte di un contingente in missione nel Burkina Faso.

Un’altra fonte all’interno della missione ha detto all’AFP che, oltre alle sei vittime altre nove persone sono state ferite durante l’attacco.

Vista la dinamica dell’attacco è probabile che i combattenti fossero bene informati riguardo ai movimenti delle forze di pace. Non è ancora chiaro quale sia stata la dinamica dell’attacco, ma è probabile che i gruppi armati abbiano utilizzato la strategia di sempre, con lancio di bombe e l’utilizzo di fucili e mitragliatrici d’assalto.

All’inizio del 2013, una campagna militare guidata dalla Francia ha liberato il nord del Mali dai combattenti di tre gruppi islamisti che avevano preso il controllo del territorio nel quale alcuni mesi prima una rivolta dei tuareg aveva tentato di creare un Azavad indipendente.

Nonostante le elezioni tenutesi pacificamente dopo l’operazione a guida francese, il Paese resta profondamente diviso e nell’ultimo periodo si è assistito a una recrudescenza degli scontri fra ribelli tuareg e combattenti filo-governativi. Da quando la missione di pace MINUSMA è stata lanciata nel 2013 sono già 35 i caschi blu uccisi durante attacchi portati dai combattenti locali: in nessun Paese si conta un così alto numero di vittime dell’Onu.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO