Libia: il figlio di Gheddafi è stato condannato a morte

Il figlio dell'ex Guida della Rivoluzione libica, Muammar al-Gheddafi, è stato condannato alla pena capitale. Saif al Islam, secondogenito del defunto colonnello, è stato considerato colpevole di genocidio, esercitato nel corso delle azioni di repressione delle proteste pacifiche del 2011, che si opponevano al governo del padre.

Il tribunale, secondo l'agenzia di stampa libica, ha condannato a morte per fucilazione anche il capo dei servizi segreti del regime, Abdullah al-Senussi, e l'ex primo ministro, Baghdadi al-Mahmoudi. Il pronunciamento su al-Islam è stato formulato in contumacia perché l'imputato è attualmente detenuto da un ex gruppo di ribelli, nella regione di Zintan. Il gruppo si oppone al governo Tripoli, il quale non ha il riconoscimento dalla comunità internazionale.

Saif al-Islam non ha mai ricoperto cariche istituzionali, eppure era considerato l'erede naturale del rais. E' stato catturato il 19 novembre 2011, un mese dopo la barbara uccisione del padre a Sirte. Anche la Corte Penale Internazionale aveva emesso un ordine di cattura nei suoi confronti per crimini contro l'umanità, ma le milizie che lo imprigionarono hanno sempre categoricamente respinto l'estradizione a L'Aia.

Il figlio di Gheddafi si è battuto tenacemente per non essere condannato. A tale proposito, ricordiamo che, nell'agosto del 2013, scrisse al Ministro degli Esteri, William Hague, per chiedere un intervento che potesse sbloccare la situazione. A sostegno di al-Islam sono scese in campo anche molte organizzazioni che difendo i diritti umani, in prima fila Amnesty International. Quest'ultima, quando ancora il caso Libia non occupava le prime pagine dei giornali, aveva a suo tempo denunciato le conseguenze negative che poteva produrre una raffica di condanne a morte nei confronti dei "lealisti" al rais.

Secondo quanto riportato dalla Bbc, al-Islam si sarebbe così espresso su una sua possibile condanna a morte: "Non ho paura di morire, ma se mi ucciderete dopo un processo del genere dovrete solo parlare di omicidio".

saif-al-islam.jpg

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO