Svezia, il 21enne che ha ucciso due persone con una spada spinto dal razzismo

23 ottobre 2015, ore 11:10 - Il razzismo avrebbe spinto il 21enne ad introdursi nella scuola di Trollhättan armato di spada, in un attacco che ha causato la morte di due persone, uno studente e un professore, per ferite da arma da taglio. Altre due persone sono ancora ricoverate in gravi condizioni in ospedale. L'omicida, anch'esso deceduto dopo essere stato sparato dalla polizia, si chiamava Anton Lundin Petterson. Secondo le prime ricostruzione fatte dalla polizia svedese in passato il suo nome era stato spesso associato a movimenti di estrema destra.

Si tratta però di un quadro per il momento molto provvisorio, lo stesso primo ministro svedese Stefan Lofven, che ieri si è recato nella piccola cittadina e ha parlato di "giornata nera che scuote la coscienza di tutto il paese", si è rifiutato di commentare queste prime notizie che circolano sul profilo dell'aggressore. Una conferma in tal senso arriva anche dall'associazione svedese contro il razzismo Expo che sostiene, citando fonti verificate, che il ragazzo fosse vicino a movimenti schierati contro gli immigrati.

Lasciano abbastanza sgomenti i racconti di alcuni testimoni. Molti di loro nel vedere un ragazzo mascherato armato di spada pensavano si trattasse di uno scherzo di Halloween e hanno capito la gravità quello che stava succedendo solo quando hanno visto le prime persone scappare impaurite. Alcuni studenti si sono anche fatti fotografare con l'aggressore, le immagini sono state ritrovate nel suo telefono. La polizia è riuscita a rintracciare il giovane omicida seguendo le tracce di sangue lasciate sul pavimento dalla spada, dettaglio che rende ancora più agghiacciante il resoconto della giornata di follia vissuta ieri.

Svezia, 20enne fa irruzione in una scuola con armi da taglio: 1 morto e 5 feriti

14:01 - L'aggressore della scuola Kronan di Trollhättan è un ragazzo di soli 20 anni e, secondo quanto riferisce Stefan Gustafsson, portavoce della polizia, aveva con sé diverse armi da taglio. La persona uccisa era un professore e anche un altro docente e quattro studenti sono stati feriti. Il premier svedese Stefan Loefven ha annullato tutti i suoi impegni di oggi e si sta recando a Trollhättan.

Ore 13:05 - C'è purtroppo un morto tra le cinque persone ferite dall'aggressore che ha fatto irruzione in una scuola di Trollhättan questa mattina. Non è stato ancora chiarito chi sia la persona uccisa.
Niklas Claesson, portavoce dell'ospedale della cittadina svedese a nord di Göteborg, ha detto che le vittime sono giovani, ma non bambini e che la persona morta è deceduta sul posto, quindi prima ancora di arrivare in ospedale, altri hanno avuto bisogno di interventi chirurgici a causa delle ferite.
L'aggressione è avvenuta nella zona bar della scuola Kronan frequentata da circa 400 allievi. L'aggressore è ricoverato in ospedale per ferite di arma da fuoco poiché gli agenti di polizia gli hanno sparato.

Attentato all'arma bianca in Svezia


20enne mascherato attentato scuola Svezia

A Trollhättan, una città nella Svezia occidentale, ci sono stati momenti di terrore in una scuola: un uomo, con una maschera sul volto, ha fatto irruzione armato di spada, ha ferito un adulto e quattro studenti.

La polizia locale ha detto che ci sono dei feriti, ma non ne ha ancora specificato il numero, inoltre un portavoce, Stefan Gustafsson, ha detto che gli agenti hanno sparato all'aggressore, però non ha rilasciato dichiarazioni dettagliate su quali siano ora le sue condizioni. Inizialmente si era diffusa la notizia della sua morte, ma in seguito è stato detto che si trova, ferito, in ospedale.

Trollhättan è una cittadina industriale di cerca 50mila abitanti. Nella scuola c'erano circa 400 ragazzini tra i 6 e i 15 anni d'età.

Svezia uomo mascherato in una scuola

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO