Migranti, Svezia e Danimarca riprendono i controlli. Ministri convocati dall'Ue

Il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier ha detto che Schengen è a rischio.

5 gennaio 2015: Il commissario Ue all'Immigrazione Dimitris Avramopoulos ha convocato per domani a Bruxelles i ministri competenti di Svezia, Danimarca e Germania "per un maggiore coordinamento", in seguito alle misure adottate da Svezia e Danimarca, che hanno ripristinato i controlli alle frontiere.

Migranti, Svezia e Danimarca riprendono i controlli alle frontiere | Video

Da mezzanotte la Svezia ha ricominciato a effettuare i controlli dei documenti di identità dei viaggiatori provenienti dalla Danimarca chiedendo l'esenzione temporanea dall'accordo di Schengen che garantisce la libera circolazione tra i Paesi che lo hanno sottoscritto. Il motivo, ovviamente, è l'aumento dei flussi di migranti e anche la Danimarca ha ripreso i controlli ai confini con la Germania che a sua volta, lo ricordiamo, a settembre aveva introdotto le stesse misure alla frontiera con l'Austria.

Proprio la Germania appare molto preoccupata, infatti Martin Schaefer, portavoce del ministro degli Esteri Frank-Walter Steinmeier, ha ammesso:

"Schengen è in pericolo. La libertà di movimento è un principio importante, uno dei risultati più grandi degli ultimi anni. Qualunque cosa accada in Europa, è sempre meglio che sia concertata. È importante agire insieme al fine di fare in modo che Schengen funzioni e che si possa mantenere pienamente il principio della libera circolazione"

La Svezia nel corso del 2015 ha ricevuto più di 150mila richieste di asilo politico, per arginarle ha deciso di reintrodurre i controlli, perciò da stanotte chiunque attraverso in treno o in autobus il ponte di Oresund che collega Malmoe a Copenhagen, deve presentare i documenti e anche i traghetti vengono sottoposti a controlli. Ogni giorno quel ponte lungo 16 chilometri e che dal 2000, quando è stato inaugurato, è simbolo dell'integrazione europea, è attraversato da migliaia di pendolari. Era dagli anni Sessanta che non si verificava una situazione del genere e questo ovviamente ha comportato dei ritardi negli spostamenti. Ora i viaggiatori diretti in Svezia devono scendere alla stazione ferroviaria dell'aeroporto di Copenhagen per il controllo dei documenti e non sono più possibili i collegamenti diretti tra Danimarca e Svezia.

Il premier della Danimarca Lars Loekke a sua volta ha annunciato che dalle 12 di oggi, 4 gennaio, fino al 14 gennaio si effettueranno i controlli al confine con la Germania sospendendo temporaneamente la libera circolazione. Copenaghen ha inviato a Bruxelles una lettera di notifica del provvedimento introdotto.

Il portavoce della cancelliera tedesca Angela Merkel, Steffen Seibert, ha detto:

"La soluzione non potrà di certo essere trovata alla frontiera di un Paese A e di un Paese B"

e ha chiesto che si trovi una soluzione comune europea.


Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO