Parigi, polizia uccide ventenne armato davanti a un commissariato [Foto e Video]

ore 19.03 - L’assalitore ucciso questa mattina è stato identificato: si tratta di un ventenne marocchino, nato a Casablanca nel 1995, e già noto alle autorità per un caso di furto del 2013 nel sud della Francia. All’epoca dei fatti le sue impronte digitali furono inserite nel Fichier automatisé des empreintes digitales (FAED) e questo ha permesso di identificarlo. Ai gendarmi incaricati di quel caso il giovane disse di chiamarsi Sallah Ali.

18.06 - L’uomo ucciso quest’oggi davanti al commissariato del 18esimo arrondissement aveva un coltello da macellaio. Non sarebbe stata la cintura esplosiva a spingere la polizia a fare fuoco, ma una pochette dalla quale uscivano dei fili elettrici. Secondo una testimone, però, l’uomo aveva le mani alzate e nessun coltello.

15.17 - Secondo le testimonianze l’assaltatore avrebbe gridato "Allah Akbar" tentando di aggredire un poliziotto all’ingresso del commissariato. Equipaggiato con una finta cintura esplosiva l’uomo è stato freddato davanti all’ingresso con due o tre colpi di pistola. Le persone che si trovavano per strada sono state messe al sicuro all’interno dei negozi adiacenti e l’ingresso di una scuola materna è stato chiuso.

14.12 - L’assaltatore del commissariato del 18esimo arrondissement portava un dispositivo una cintura esplosiva fittizia. L’uomo ucciso dalla polizia aveva sotto la giacca un tasca con scotch dalla quale usciva un filo, ma “il dispositivo non contiene alcun esplosivo”, ha precisato la fonte giudiziaria. L’assaltatore non è ancora stato identificato. La Procura di Parigi ha aperto un’inchiesta; la sezione anti-terrorismo della Procura parigina non è stata coinvolta in questa prima fase, ma la situazione potrebbe evolvere.

13.20 - Emergono nuovi dettagli sui fatti accaduti fuori al commissariato di polizia di Rue de la Goutte d'Or. L'uomo che è stato ucciso dalla polizia, armato di un coltello, aveva provato ad aggredire un poliziotto e avrebbe gridato "Allah Akbar". Indossava quella che adesso sembra essere una finta cintura esplosiva.

Tutta la zona è stata interdetta al passaggio di pedoni e veicoli.

Parigi, ucciso uomo che tentava di entrare armato in un commissariato di polizia

polizia-francia.jpg

Questa mattina un uomo è stato ucciso dalla polizia a Parigi, dopo aver tentato di entrare nel commissariato di Rue de la Goutte d'Or.

Secondo la prima ricostruzione, l'uomo era armato di un coltello e avrebbe provato ad entrare nella sede locale delle forze dell'ordine. La polizia avrebbe risposto con alcuni colpi di pistola (2 o 3, secondo le informazioni che si hanno al momento), uccidendo il presunto assalitore.

Alcune voci non confermate, di media locali, parlano di una cintura esplosiva indossata dall'uomo.

Il commissariato si trova non lontano dalla stazione Gare du Nord, nel XVIII arrondissement di Parigi.

Oggi è il giorno del primo anniversario della strage alla redazione di Charlie Hebdo. "Il terrorismo non ha smesso di far pesare sul nostro Paese una minaccia spaventosa", aveva detto in mattinata Francois Hollande nel discorso al quartier generale della polizia.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO