Salerno: raid punitivo contro un centro di accoglienza. Una 14enne: "un pakistano mi ha molestata"

violenza-minori.jpg

Nel rione Matierno di Salerno, i residenti hanno tentato di linciare un migrante pakistano. Dopo che una ragazzina di 14 anni ha raccontato, in famiglia e nel quartiere, di aver subito molestie da un rifugiato, è scoppiata un insano desiderio di giustizia sommaria. Così, domenica sera, un gruppo di persone si è recato davanti al centro di accoglienza, situato nello stesso rione. Ivi ha provato a sfondare il portone d’ingresso, al fine di punire il presunto colpevole.

I profughi extracomunitari sono rimasti barricati all'interno del centro fino all'arrivo delle forze dell'ordine, che hanno bloccato il tentativo di linciaggio. Dalle ricostruzioni, pare che non siano state lanciate solo delle pietre, ma che qualcuno abbia fatto partire anche dei colpi di pistola.

Il racconto dell'adolescente dovrà certamente essere oggetto di approfondimenti. Ma, al momento, le molestie rimangono solo presunte.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 54 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO