Turchia, attentato a Istanbul: 10 morti. Arrestati cinque sospetti

Ore 21:05 - Il numero dei sospetti arrestati per l'attentato di Istanbul sale a un totale di cinque. Dopo l'annuncio del primo arresto dato stamattina dal ministero dell'Interno, nel pomeriggio è arrivata anche la notizia di altri quattro arresti riferita direttamente dal primo ministro turco Ahmet Davutoglu, che ha anche spiegato che secondo le indagini lo Stato Islamico è direttamente coinvolto nella strage, ma potrebbe essere solo "una pedina" con alle spalle presunti "attori segreti" che avrebbero usato l'Is come "subappaltatore". Il riferimento sarebbe al presidente siriano Bashar al-Assad.

I feriti ancora ricoverati sono sei, due dei quali in gravi condizioni, mentre nove persone sono state dimesse. In totale, tra tutti i feriti, c’erano un norvegese e un peruviano e il resto era proveniente dalla Germania. Le dieci persone morte erano tutte tedesche.

Mercoledì 13 gennaio 2016 - Il ministero dell'Interno turco ha riferito che la polizia ha arrestato un sospetto per l'attentato di ieri. Intanto si sa che il kamikaze che si è fatto esplodere, Nabil Fadli, nato in Arabia Saudita nel 1988, era entrato in Turchia passando dalla Siria e per questo inizialmente era stato indicato come cittadino siriano. Aveva presentato la domanda di asilo politico la scorsa settimana.

Stamattina sono stati arrestati anche tre russi nella provincia di Antalya perché sospettati di avere legami con l'Isis e di aver fornito supporto logistico ai jihadisti. Per ora, però, non si sa sei i tre russi hanno avuto un ruolo nell'attentato di ieri a Istanbul.

Per quanto riguarda gli 11 feriti, è sto confermato che 9 sono tedeschi, ma Berlino ha detto che non ci sono ancora prove che l'attentato fosse mirato a colpire proprio i tedeschi.

Attentato kamikaze a Istanbul: 10 morti


Martedì 12 gennaio 2016

ore 18.00 - Il kamikaze saudita si è fatto esplodere nei pressi di una comitiva composta da 33 turisti tedeschi. Le dieci vittime sono tutte straniere: 9 tedeschi e 1 peruviano. I 15 feriti sono di quattro diverse nazioni: 12 tedeschi, 1 peruviano, 1 norvegese e 1 turco.

ore 17.50 - Tutte le 10 vittime dell’attentato di questa mattina sono straniere: il premier turco Ahmet Davutoglu ha detto che la maggior parte delle vittime (nove) sono tedesche. Alcuni dei quindici feriti sono in gravi condizioni.

Le autorità turche accusano l’Isis e hanno identificato il kamikaze con Nabil Fadli, un giovane nato in Arabia Saudita (e non siriano come sembrava in un primo tempo). Sembra che l’uomo sia entrato in Turchia dalla Siria, ma non fosse nella lista delle persone sotto osservazione. L’agenzia di stampa Andalou ha diffuso nel pomeriggio la notizia di una rivendicazione dello Stato Islamico.

Anche Angela Merkel ha confermato come a Istanbul sia “stato colpito un gruppo di turisti tedeschi”.

Come gli attentati in Egitto e in Tunisia dell’ultimo anno, quello di quest’oggi conferma come lo Stato Islamico voglia colpire obiettivi in grado di moltiplicare la paura e colpire il turismo dei Paesi attaccati.

ore 14.07 - Era un siriano di 28 anni il kamikaze che questa mattina si è fatto esplodere a Istanbul. Obiettivo dell’attentato terroristico è stata una zona molto frequentata dai turisti: fra i cittadini stranieri rimasti feriti vi sono dei tedeschi, dei norvegesi e altri provenienti dall’Asia. Non vi è alcuna conferma ufficiale alla notizia pubblicata dalla Bild secondo la quale 9 dei 10 morti sarebbero tedeschi.

ore 12.02 - Fra le persone ferite durante l’attacco di Istanbul ci sarebbero tre cittadini tedeschi. Il Ministero degli Esteri tedesco, tramite il suo sito Internet, ha messo in guardia i turisti tedeschi presenti nella più popolosa città turca, raccomandando loro di evitare attrazioni turistiche e assembramenti sulle pubbliche piazze.

L’Unità di crisi della Farnesina è in contatto con il consolato generale dell’Italia a Istanbul per capire se alcuni cittadini italiani siano rimasti coinvolti nell’esplosione.

Il Governo di Ankara ha imposto ai media turchi il divieto di fornire informazioni sull’esplosione di Sultanahmet.

ore 11.30 - Alcuni testimoni oculari hanno detto che l'esplosione è stata sentita anche nei quartieri vicini. Erdem Koroglu stava lavorando vicino al luogo dell’esplosione e ha detto di avere avuto difficoltà a capire chi era vivo. Gli edifici sono stati scossi dall’onda d’urto dell’esplosione.

ore 11.05 - Secondo la BBC l'esplosione sarebbe stata provocata da un kamikaze che si sarebbe fatto esplodere nella piazza di Istanbul. Il primo ministro turco, Ahmet Davutoglu, ha convocato una riunione di emergenza alla quale partecipa anche il ministro dell'Interno, Efkan Ala.

Nel 2015 la Turchia è stata teatro di due grandi attacchi terroristici rivendicati dallo Stato islamico: uno ad Ankara (100 morti) e uno al confine con la Siria (30 morti).

ore 10.58 -Sono almeno 10 le persone che sono rimaste uccise a causa dell’esplosione avvenuta nella piazza Sultanahmet, secondo quanto riferito dalle autorità locali.
Alle ore 10.20 di oggi, martedì 12 gennaio 2016, un ordigno è esploso nei pressi della Moschea Blu e di Santa Sofia, in una delle zone più frequentate dai turisti.

La polizia è giunta sul posto e ha trasportato i feriti (circa quindici) negli ospedali della città cercando di isolare il quartiere. Le autorità stanno adottando tutte le misure necessarie per proteggere le persone, nel caso possa essere in atto un attacco terroristico che preveda altre esplosioni nella città.

ore 10.48 - Secondo l'agenzia AFP le vittime dell'esplosione avvenuta nella piazza Sultanahmet sarebbero 10 e 15 i feriti.


ore 10.39 - Diverse persone sono rimaste ferite nell’esplosione avvenuta questa mattina a Istanbul, in piazza Sultanahmet, cuore dell’omonimo quartiere. Sono ancora ignote le cause dell’esplosione che è avvenuta alla ore 10.20, nei pressi della stazione del tram e vicino all’Obelisco di Teodosio.

Si tratta di una zona molto frequentata dai turisti. Sul posto sono giunti molti veicoli della polizia e ambulanze. Il centro storico di Istanbul è stato immediatamente isolato e bloccato al traffico.

In aggiornamento

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 179 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO