Napoli, 19enne muore dopo aborto: partono 4 avvisi di garanzia

I medici dell’Ospedale Cardarelli di Napoli hanno tentato di salvare la giovane vittima di un’emorragia dopo un intervento per l’interruzione volontaria della gravidanza

Giovedì 14 gennaio 2016 - Secondo quanto riportato dall'Ansa, dopo la morte di Gabriella Cipolletta (19 anni), in seguito ad un intervento di interruzione di gravidanza, sono partiti i primi avvisi di garanzia. La Procura di Napoli ha inviato le notifiche a tre ginecologi e ad un anestesista dell'ospedale Cardarelli.

Domani sarà conferito l'incarico ai periti, che effettueranno l'autopsia sul corpo della giovane. Sarà presente anche un consulente dell'avvocato De Rosa, legale della famiglia Cipolletta.

Mercoledì 13 gennaio 2016 - In seguito alla morte di Gabriella Cipolletta per emorragia in seguito a un'interruzione di gravidanza, il ministero della Sanità ha inviato un'ispezione all'Ospedale Cardarelli di Napoli. La direzione sostiene che tutti i protocolli sono stati seguiti in maniera corretta e lo stesso nosocomio partenopeo ha avviato un'inchiesta interna oltre a quella della magistratura.

Secondo quanto riferito dalla famiglia, la ragazza aveva deciso di abortire a causa dell'alta probabilità di malformazione del feto dovuta all'assunzione di un farmaco. La madre, Emilia Cimetti, ha raccontato quelle terribili ore:

"I medici non uscivano. Non usciva nessuno. Uscivano i portantini che portavano il sangue, i tirocinanti, ragazze dell'età di mia figlia, con una faccia... Sono usciti dopo un paio d'ore: signora la situazione non è grave, è gravissima. Prima ha avuto un'emorragia, poi ha avuto un embolo, poi un collasso cardiaco... Che ha avuto mia figlia? Io voglio solo giustizia. Voglio solo sapere la verità, e se hanno sbagliato devono rimanere a casa a fare l'uncinetto"

Napoli, 19enne muore dopo aborto


ROME, ITALY - JUNE 20:  A sign points towards the Emergency Department at Policlinico Umberto I hospital on June 20, 2013 in Rome, Italy.  'The Sopranos' actor James Gandolfini died of a suspected heart attack on June 19, 2013 aged 51.  (Photo by Elisabetta Villa/Getty Images)

Martedì 12 gennaio 2016 - Una ragazza di 19 anni è morta all’ospedale Cardarelli di Napoli dopo un’interruzione volontaria della gravidanza. Gabriella Cipolletta è deceduta alle 15 a causa di un’emorragia. La giovane era all’undicesima settimana di gravidanza. L’intervento si è svolto intorno a mezzogiorno e si è svolto senza problemi concludendosi positivamente.

Qualche ora dopo un’emorragia interna ha fatto precipitare la situazione e, nonostante il tentativo di salvarla con una laparotomia esplorativa e diverse trasfusioni, per la giovane non c’è stato più nulla da fare.

Davanti al reparto in cui la giovane era stata ricoverata si sono vissuti momenti di forte tensione tra i familiari che hanno anche presentato una denuncia al commissariato di polizia della zona.

Com’era accaduto nei quattro casi di decessi di donne in gravidanza, anche per il caso del Cardarelli di Napoli, il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha inviato degli ispettori per compiere degli accertamenti.

“Disporremo un’ inchiesta interna, ma la rianimazione dell’ ospedale ha già chiesto l’esecuzione di un’ autopsia per ricostruire l’accaduto. Durante l’esecuzione dell’intervento la paziente ha avuto un’ emorragia. Le è stata praticata una trasfusione con quattro sacche di plasma e sono stati eseguiti accertamenti per verificare l’esistenza di problemi determinati dall’ intervento, ma non è emerso nulla. La giovane ha avuto uno choc ipovolemico ed è morta alle 15”,

ha dichiarato il direttore del presidio ospedaliero, il dottor Franco Paradiso.

Via | Corriere del Mezzogiorno

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO