Cagliari, scontro fra treni nella metropolitana: 74 feriti

Roma - Metro B - Tentato suicidio

ore 18.49 - L’ultimo bilancio dello scontro avvenuto questa mattina a Cagliari e di 74 fra feriti e contusi: i due macchinisti e i passeggeri, prevalentemente studenti che si stavano recando a scuola. Secondo i primi accertamenti uno dei due mezzi era appena partito dalla fermata e aveva percorso una quarantina di metri, mentre il secondo aveva lasciato la fermata di via Vesalio, non lontano dal luogo dello scontro.

Secondo i dati della Prefettura i feriti sono stati 74: 14 ricoverati in codice giallo al San Giovanni di Dio, 21 al Brotzu (2 in codice rosso, 6 in codice giallo e 13 in codice verde), 26 all’ospedale Marino (3 in codice giallo, 9 in codice verde e 13 ancora da valutare al momento della comunicazione), 13 al SS Trinità (1 in codice rosso e 12 in codice giallo). Uno dei macchinisti coinvolti ha riportato fratture al femore e al bacino. È stato fornito un numero per le emergenze: 070 60006243.

L’amministratore dell’Arst (l’azienda che gestisce la metropolitana leggera), Giovanni Caria, ha ammesso che l’incidente è stato causato da un “errore umano”. La Procura di Cagliari ha aperto un’inchiesta per disastro ferroviario: nel corso della giornata sono stati raccolti elementi per capire se si sia trattato di un errore umano o di un guasto tecnico. Sembra che il semaforo che gestisce il traffico tra via Vesalio e via Caracalla fosse spento: un’inchiesta tecnica dovrà verificare se sia stato proprio questo disguido a causare l’incidente.

ore 11.47 - Il bilancio dei feriti dopo l'incidente tra i due treni metropolitani nella periferia di Cagliari è salito. I feriti sono infatti complessivamente 50, 4 dei quali hanno patito gravi conseguenze pur non essendo considerati al momento in pericolo di vita. L'amministratore delegato dell’ARST, Giovani Caria, si è recato sul luogo dell'incidente e si è già sbilanciato sulla possibile causa ipotizzando un errore umano: "I nostri ingegneri sono qui al lavoro, al momento non sono in grado di spiegare nel dettaglio la dinamica, abbiamo avviato tutti gli accertamenti, speriamo di riuscire a sapere presto tutto. La cosa certa è che c'è sicuramente un errore umano”.

ore 10.03 - Il bilancio dello scontro avvenuto questa mattina a Cagliari è di 20-30 passeggeri che sono rimasti contusi o feriti; secondo La Nuova Sardegna nessuno di loro è in gravi condizioni, tranne il conducente di uno dei due treni che è rimasto incastrato nelle lamiere ed è stato estratto dai Vigili del Fuoco. Pur nella gravità delle sue condizioni, l’uomo non sarebbe in pericolo di vita.

Sul luogo dello scontro sono intervenuti, oltre ai vigili, sette ambulanze del 118, gli agenti di polizia municipale, la polizia e i carabinieri.

Il binario della metropolitana leggera è unico e potrebbe essere stato il guasto ad uno scambio a mettere di fronte i due treni che viaggiano comunque a velocità non sostenuta.

ore 9.33 - Due treni della metropolitana di superficie di Cagliari si sono scontrati in via Vesalio, intorno alle 8.20 di questa mattina. Lo scontro sarebbe avvenuto a velocità moderata, ma nonostante ciò vi sarebbero decine di feriti. Un macchinista è stato liberato dalle lamiere dai Vigili del Fuoco accorso sul luogo dell’incidente. Attualmente il bilancio è di una trentina di contusi.

In aggiornamento

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 24 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO