Biagio Antonacci accusato di evasione: “Accordo con il Fisco raggiunto 4 anni fa”

Il cantautore è accusato di aver evaso circa 3,5 milioni di euro tra il 2004 e il 2008, ma avrebbe già raggiunto un accordo con il Fisco quattro anni fa.

Biagio Antonacci evasione fiscale accordo

A Milano è in corso un processo contro Biagio Antonacci, il cantautore italiano che è accusato di aver evaso circa 3,5 milioni di euro di tasse nel periodo 2004-2008. Si tratta di un’inchiesta iniziata nel giugno del 2008 in seguito a una verifica fiscale della Guardia di Finanza, ma dopo la quale Antonacci ha regolarizzato la propria posizione con l’Agenzia delle Entrate.

Il pm Carlo Nocerino, che ora è procuratore aggiunto a Brescia, aveva rinviato a giudizio Biagio Antonacci con citazione diretta per “infedele dichiarazione”. In particolare gli si imputava di essersi servito dell’interposizione di tre società, due italiane e una straniera, per pagare meno tasse in Italia. Questo meccanismo svelato dalle Fiamme Gialle aveva fatto presumere un’evasione fiscale, ma in aula è stato ascoltato come testimone della difesa il fiscalista che ha spiegato ai giudici che già quattro anni fa, nel 2012, Biagio Antonacci ha raggiunto un accordo con il Fisco grazie a un accertamento con adesione.

Via | Ansa

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 154 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO