Mestre, si sveglia senza 70mila euro: se li è giocati online il figlio

Una brutta storia di ludopatia.

Credit cards are pictured on a computer's keyboard on February 5, 2013  in Rennes, western France. French police has arrested, early this morning in Paris and in several French and overseas departments, 22 people in connection with the trade of credit cards numbers on internet.  AFP PHOTO DAMIEN MEYER        (Photo credit should read DAMIEN MEYER/AFP/Getty Images)

Prende la carta di credito dal portafoglio del papà, copia il numero, la data di scadenza, il codice riportato sul retro e la rimette al suo posto senza che il genitore si accorga di nulla.

Quando il padre va a letto, il ragazzo di 19 anni si attacca al computer e inizia a giocare d'azzardo online. Il giorno dopo, il padre scopre di avere 70mila euro in meno sul conto corrente.

La storia, avvenuta a Mestre, è stata raccontata dall'associazione "Gruppo giocatori anonimi", uno dei gruppi che seguono le persone che sono state prese in carico dal Servizio per le dipendenze.

Ma come si fa ad arrivare a perdere una cifra simile senza rendersene conto? Secondo il gruppo, esperto in ludopatia, o il ragazzo non si è nemmeno reso conto di quanti soldi stesse perdendo oppure la sua dipendenza del gioco era già fuori controllo.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO