L'ISIS è pronto a colpire le spiagge italiane? L’allarme del Bild è una bufala

bild-allerta-terrorismo.jpg

13:55 - La notizia pubblicata dalla Bild su presunti pericoli derivanti da attentati kamikaze sulle spiagge in periodo estivo è stata smentita anche dall'intelligence italiana, che all'AdnKronos ha riferito che la notizia destituita di qualunque fondamento. [...] Si tratta di uno scenario fantasioso, non ci sono riscontri che possano far pensare a progettualità di questo genere".

19 aprile 2016, ore 11:37 - Terrorismo pianificato sulle nostre spiagge. I terroristi sono pronti a travestirsi da venditori ambulanti per farsi esplodere sulle spiagge di Italia, Spagna e Francia. A lanciare l’allarme, questa mattina, è il quotidiano tedesco Bild, che cita non ben precisate fonti dei servizi segreti italiani.

Questo è bastato alla stampa italiana per riprendere l’allarme e contribuire a diffonderlo. Ma cosa c’è di vero? Nulla, a cominciare dalla poca serietà e molta superficialità con cui il Bild, nell’ultimo periodo e non solo, ha trattato argomenti delicati come questi. In secondo luogo è bene sottolineare come la notizia in realtà sia stata data nei giorni scorsi da certa stampa italiana, a cominciare da Il Giornale che lo scorso 13 aprile titolava: “Campi Isis in Senegal: addestrano vu' cumprà per le spiagge italiane”.

Nel pezzo pubblicato dal quotidiano italiano si parlava di un allarme lanciato da Seck Pouye, capo della polizia di Saly, che non è esattamente una fonte autorevole. Anzi, come fanno ben notare i ragazzi di Bufale Un Tanto Al Chilo, si tratta del capo della polizia di un paesino da appena 20 mila abitanti, in carica da una manciata di mesi. BUTAC scrive:

Il 10 aprile difatti l’amministratore di una catena d’alberghi (e non il direttore d’albergo) si lamentava degli attentati jihadisti, non di ISIS, si lamentava del calo di turisti dovuto a quei fatti, legati quindi ad Al Qaeda, da nessuna parte venivano nominati i terroristi Daesh, da nessuna parte. Strano che giusto pochi giorni dopo la cosa venga raccontata in maniera così differente dalle stesse persone, non trovate?

Non c’era un fondo di verità in quel caso e vista la fonte la notizia circolò in maniera molto ridotta. Stavolta, però, con il caso ripreso da un quotidiano estero, tutti hanno abboccato all’amo e stanno diramando un’allerta che, di fatto, non arriva da fonti che avrebbero il potere di lanciare un allarme del genere.

E infatti, a poche ore dalla diffusione della bufala rilanciata dal quotidiano tedesco, è arrivata la smentita dei servizi segreti italiani, che senza mezzi termini precisano: "Nessun allarme terrorismo specifico, non risultano informazioni di questo genere".

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO