Aereo Egyptair Parigi-Cairo scomparso: esplosione a bordo? Egitto: "Mere ipotesi"

L'Associated Press aveva parlato di un'esplosione a bordo prima della caduta.

ore 14:31 - Hisham Abdel Hamid, capo del Dipartimento di medicina legale egiziana, ha affermato che le indiscrezioni riportate oggi dall'Associated Press circa un'esplosione a bordo dell'Egyptair precipitato giovedì 19 maggio sono "mere ipotesi".

24 maggio 2016 - Un medico legale egiziano sostiene che i resti umani recuperati del volo MS804 caduto nel Mediterraneo suggeriscono che ci sia stata un'esplosione a bordo. Il medico è nel team investigativo che ha esaminato i resti umani trovati nel punto in cui l'aereo è caduto e avrebbe detto che proprio dll'analisi dei resti sarebbe evidente l'esplosione, e la natura dolosa dell'attentato: gli esperti parlano di una nuova tecnica di sabotaggio sperimentata da Al Qaeda e perfezionata dagli artificieri dell'Isis, simile a quella usata con l'Airbus russo abbattuto in Sinai.

22 maggio 2016 - Date ieri per "individuate" dalla Cbs, le scatole nere del volo dell'EgyptAir sarebbero, per le autorità de Il Cairo, in un angolo di mare ancora ignoto.

Così, oggi, un sottomarino egiziano è partito verso il Mediterraneo orientale, dove si è schiantato giovedì l'aereo, per prendere parte alle ricerche delle scatole nere. Ad annunciarlo è stato il presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi. Il sommergibile, appartenente alla flotta del ministero del petrolio egiziano, può operare fino 3 mila metri di profondità.

ore 13.07 - Le squadre di ricerca hanno localizzato le scatole nere del volo Egyptair nel tratto di mare in cui sono stati ritrovati resti umani e i rottami dell'aereo precipitato con 66 persone a bordo. Lo riferiscono fonti governative egiziane a CBS News.

sabato 21 maggio, ore 10.30 - I dati di volo dell'EgyptAir inabissatosi nel Mar Mediterraneo suggeriscono che i rilevatori di fumo si siano attivati alcuni minuti prima dello schianto avvenuto nella notte di giovedì.

Il sito Aviation Herald che segue l’industria aeronautica sostiene che i rilevatori di fumo si siano attivati prima dello schianto nei bagni dell’Airbus A320.

I dati Acars (Aircraft Communications Adressing and Reporting System) sono stati confermati anche dal Bureau d’enquêtes et d’analyses (BEA) che si sta occupando di elaborare i dati sull’incidente dell’Airbus.

I dati Acars sono dati generati e trasmessi automaticamente durante il volo:

"La BEA conferma che ci sono stati dei messaggi Acars emessi dall’aereo indicanti che c’è stato del fumo nella cabina poco prima della fine della trasmissione dei dati".

Attualmente non sono ancora stati ritrovati i registratori di volo. Dagli elementi attualmente in possesso degli inquirenti non sembra che sia stato lanciato un allarme prima che l’aereo precipitasse.

Aereo Egyptair Parigi-Cairo scomparso, CNN: "Era scattato un allarme fumo"


23.00

- Secondo quanto riportato dalla CNN in questi minuti, ci sarebbero le prove che sull'aereo Egyptair caduto era scattato un allarme fumo prima che precipitasse. La scatola nera non è stata ancora trovata.

18.36 - Il ministero della Difesa greco, citando autorità egiziane, ha detto che nello specchio di mare dove si stanno concentrando le ricerche dei rottami dei veivolo scomparso sarebbero stati trovati resti umani, due sedili e alcune valigie dell’aereo Egyptair.

Intanto, secondo quanto annunciato dall’Esa, l’Agenzia spaziale europea, è stata avvistata una macchia di carburante nel Mar Mediterrane proprio nel punto in cui è caduto l’aereo dell’Egyptair.

Il ministro degli Esteri italiano Paolo Gentiloni ha oggi parlato a margine della ministeriale Nato e ha detto:

“Credo che il governo italiano non possa andare al di là di quello che è evidente a tutti e che il governo francese ha ripetuto in questi giorni. Cioè che al momento è difficile dare risposte certe sulle origini, ma certamente non si può escludere che si sia trattato di un attentato terroristico

11.30 - La marina egiziana ha comunicato di aver ritrovato rottami dell'aereo MS804 e oggetti dei passeggeri a circa 290km a nord di Alessandria d'Egitto. Si tratta dei primi ritrovamenti dell'aereo dopo le ricerche inconcludenti di ieri. Le navi si stanno riversando in quella zona per cercare la scatola nera.

Ecco in modo approsimativo il punto del ritrovamento.

ritrovamento-egitto-blogo.jpg

20 maggio 2016, 8.50 - Sono passate oltre 24 ore dalla scomparsa del volo Egyptair da Parigi a Il Cairo e ancora non ci sono punti certi. Tutti gli avvistamenti di presunti resti si sono rivelati delle false segnalazioni. Continua la ricerca nel Mediterraneo, in territorio greco, con il coinvolgimento di Egitto, Francia, Grecia e Gran Bretagna.

Si tratta di attentato o incidente? Seppur senza dati definitivi, si propende a ritenere implausibile la caduta accidentale dell'aereo, almeno per tre fattori: l'aereo era nuovo e in ottime condizioni; l'equipaggio aveva molta esperienza; la scomparsa è avvenuta in una fase di crociera -dunque quella con meno probabilità di incidenti- e con condizioni meteo ottimali.

Scomparso il volo MS804 di Egyptair. Grecia: "non sono stati ritrovati resti"


19 maggio 2016

22.10 - E' giallo sul ritrovamento dei dei resti del volo MS804 dell'Egyptair, precipitato la scorsa notte nel Mediterraneo orientale, con 66 persone a bordo. Il capo dell'Agenzia ellenica per la sicurezza aerea ha smentito la notizia del rinvenimento, che era stata diffusa in precedenza dal vicepresidente dell'Aegyptair. "Una verifica sui ritrovamenti mostra che non appartengono ad un velivolo", ha puntualizzato Athanassios Binos.

21.40 - L'Egitto e la Francia "istituiranno una commissione d’indagine bilaterale" sul caso del volo MS804 di Egyptair. Lo ha reso noto oggi il ministro egiziano dell’Aviazione Civile, Sherif Fathy, nel corso di una conferenza stampa.

19.50 - Il ministero degli esteri egiziano, in un comunicato, ha annunciato il ritrovamento del relitto del volo MS804 di Egyptair. A confermarlo anche il vice presidente della compagnia aerea, Ahmed Adel, in un'intervista esclusiva rilasciata a Christiane Amanpour (della Cnn).

La compagnia aerea ha fatto sapere che dei rottami sono stati trovati nel Mediterraneo, tra l'isola greca di Karpathos e le coste egiziane. "Il team investigativo egiziano insieme alla controparte greca è alla ricerca di altri frammenti", fa sapere sempre la compagnia di bandiera egiziana.



17.45 - Egyptair ha appena annunciato di non aver ricevuto alcuna conferma del ritrovamento di rottami al largo dell’isola di Creta.


17.35 - La CNN, citando non ben precisate fonti del governo USA, sostiene che tra le teorie al vaglio c’è anche quella di un ordigno fatto esplodere. Al momento, è bene precisarlo, non ci sarebbero elementi certi e si tratta appunto di una teoria non confermata dalle autorità che stanno indagando sull’accaduto.

17.25 - L’aviazione egiziano ha riferito poco fa di non poter confermare il ritrovamento dei rottami del volo MS804.

17.15 - La Marina degli Stati Uniti ha messo a disposizione un Lockheed P-3 Orion per le ricerche del velivolo di EgyptAir, inviato sul luogo in cui si pensa che il volo possa essere precipitato dalla base aerea di Sigonella, in Sicilia.

16.10 - Un portavoce dell’esercito greco ha confermato all’AFP l’avvistamento di alcuni oggetti galleggianti al largo dell’isola di Creta, ma è ancora presto per capire se si tratta dei resti del volo MS804 di EgyptAir sparito dai radar questa notte.

15.00 - Reuters, citando fonti della tv greca, ipotizza che i resti del volo MS804 potrebbero esser stati avvistati a circa 230 miglia a sud dell’isola di Creta. Si tratterebbe di due oggetti all’apparenza di plastica rossa e bianca, ma le verifiche sono ancora in corso.

14.50 - Il ministro dell’aviazione civile egiziana, Sherif Fathy, ha ribadito in conferenza stampa quanto già trapelato nelle ultime ore e che le ricerche si stanno concentrando nei pressi dell’isola greca di Karpathos.

Quanto alle ipotesi sulle cause di questa tragedia, Fathy ha ribadito che al momento non ci sono certezze, ma che l’ipotesi del terrorismo sembra più probabile rispetto al guasto tecnico.

13.50 - In attesa della conferenza dell’aviazione civile egiziana, fonti della Difesa greca hanno definito “critico” quanto accaduto tra le 3.27 e le 3.29 di questa mattina:

In questi due minuti l’aereo ha virato a destra di 90 gradi ed è precipitati dai 37 mila piedi ai 15 mila piedi prima di virare ancora di 60 gradi a destra e sparire a circa 10 mila piedi e 10-15 miglia entro lo spazio aereo egiziano.

13.40 - In attesa della conferenza dell’aviazione civile egiziana, fonti della Difesa greca hanno definito “critico” quanto accaduto tra le 3.27 e le 3.29 di questa mattina:

In questi due minuti l’aereo ha virato a destra di 90 gradi ed è precipitati dai 37 mila piedi ai 15 mila piedi prima di virare ancora di 60 gradi a destra e sparire a circa 10 mila piedi e 10-15 miglia entro lo spazio aereo egiziano.

13.25 - Il presidente francese Francois Hollande ha confermato i timori secondo i quali il velivolo sarebbe precipitato, ma ha sottolineato che al momento non è possibile fare ipotesi sulle cause che hanno provocato l’incidente.

13.00 - Il ministero della difesa greco ha smentito le indiscrezioni secondo le quali i resti del volo MS804 sarebbero stati localizzati al largo dell’isola greca di Karpathos. Le autorità si stanno avvalendo dell’uso dei satelliti per localizzare i resti del velivolo, ma al momento le ricerche non avrebbero dato risultati.

Nel corso della mattina è stato inoltre confermato che il volo stava trasportando 56 passeggeri e 10 membri dell’equipaggio. Tra i passeggeri c’erano 30 cittadini egiziani, 15 cittadini francese, 2 iracheni, 9 passeggeri in arrivo rispettivamente da UK, Belgio, Kuwait, Arabia Saudita, Sudan, Chad, Portogallo, Algeria e Canada.

ore 12.15 - Le operazioni di ricerca sono in corso per tentare di localizzare l’apparecchio ed è ancora troppo presto per chiarire le cause della sua sparizione, ha spiegato il primo ministro egiziano Ismaïl.

Le ricerche si sviluppano in mare, con l’aereo sparito a circa 280 km dalle coste egiziane e non a una cinquantina come aveva indicato EgyptAir in un primo tempo.

L’esercito egiziano ha dispiegato aerei ricognitori e navi e ha indicato che la Grecia parteciperà ugualmente alle ricerche.

Una fonte anonima dell’aviazione civile greca citata da AFP ha affermato che l’aereo si è schiantato al largo dell’isola greca di Karpathos, nello spazio aereo egiziano. Si tratta di affermazioni ancora da verificare, come quelle secondo le quali alcuni testimoni avrebbero visto un’esplosione nel cielo durante la notte.

Ore 10.34 - Il relitto dell'aereo dell’Airbus A320-232 di Egyptair è scomparso dai radar questa notte mentre era in volo fra Parigi e Il Cairo e il relitto sarebbe stato individuato al largo dell'isola greca di Karpathos, in acque territoriali egiziane. Il capitano di un mercantile ha detto di avere visto fiamme nel cielo questa notte, a circa 240 chilometri a sud dell'isola.

isola.jpg

Ore 10.23 – Nessun italiano fra le vittime. Queste le nazionalità dei 66 passeggeri a bordo dell’aereo: 30 egiziani, 15 francesi, 2 iracheni, 1 britannico, 1 belga, 1 kuwaitiano, 1 saudita, 1 sudanese, 1 chadiano, 1 portoghese, 1 algerino e 1 canadese.

Ore 10.15 – L’Airbus Egyptair risalente al 2003 è scomparso poco dopo essere entrato nello spazio aereo egiziano. Secondo quanto sostiene la compagnia aerea egiziana, alle ore 2.26 il velivolo avrebbe lanciato un Sos. Il messaggio sarebbe stato captato solamente alle 4.26, due ore dopo il momento nel quale si sono perse le tracce dell’aereo sui radar.

Il primo ministro egiziano Sherif Ismail ha detto che non si è trattato di un Sos ma di un segnale trasmesso dalle strumentazioni di bordo.


ore 08.40 - Un Airbus della compagnia Egyptair partito da Parigi e diretto al Cairo è scomparsi dai radar 10 miglia dopo essere entrato nello spazio aereo egiziano. È la stessa compagnia aerea a comunicarlo su Twitter. Fra i 66 passeggeri a bordo vi sono anche un bambino e due neonati.


Allo stato attuale delle cose il primo ministro francese Manuel Valls non esclude alcuna ipotesi. Il presidente presidente François Hollande ha parlato con il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi e i due governi sono in stretto contatto e collaborano attivamente per analizzare circostanze e conseguenze della sparizione.

In aggiornamento

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 106 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO