Turchia: "20 mesi di carcere e revoca della patria potestà" per la giornalista Arzu Yildiz

A man holds up a placard as people demonstrate in support of Turkish daily newspaper Zaman in front the headquarters in Istanbul on March 4, 2016. An Istanbul court on Friday ordered into administration the Turkish daily newspaper Zaman  that is sharply critical of President Recep Tayyip Erdogan, amid growing alarm over freedom of expression in the country.  / AFP / OZAN KOSE        (Photo credit should read OZAN KOSE/AFP/Getty Images)

La giornalista di T24, Arzu Yildiz, è stata condannata a 20 mesi di detenzione e alla perdita del diritto legale sui suoi figli. La donna era imputata per aver pubblicato un anno fa, su Youtube, le dichiarazioni della difesa nel processo contro i suoi colleghi Can Dundar e Erdem Gul, rispettivamente direttore e caporedattore del Cumhuriyet. Ricordiamo che i due sono stati condannati a 5 anni di carcere per "diffusione di segreti di Stato", nell'ambito di un procedimento che si è dimostrato come un vero e proprio attacco alla libertà di stampa.

Dundar e Gul, nel maggio 2015, avevano pubblicato un filmato relativo al passaggio di alcuni camion carichi di armi attraverso il confine turco siriano. Yildiz, per parte sua, ha successivamente diffuso il materiale e per questo era stata accusata di aver infranto il segreto processuale. Lei, però, si è difesa, invocando il diritto ad informare: "Non ho preoccupazioni, non mi interessa sapere quale sia la condanna. Io ha fatto solo il mio lavoro" ha scritto in un tweet subito dopo la sentenza.

Tuttavia, la decisione della corte, di togliere alla giornalista la patria potestà sulle sue due bambine, lascia abbastanza sconcertante. L'avvocato della difesa, Alpdeger Tanriverdi, ha detto all'agenzia Reuters in merito: "È una vendetta, i giudici hanno applicato un articolo del codice penale che non viene usato quasi mai. Non c’era bisogno di farlo ma volevano infierire". Ora Yildiz dovrà sperare nell'appello.

Negli ultimi anni in Turchia, la libertà di stampa non gode di buona salute: molte testate e tv hanno dovuto chiudere. L’ultimo caso clamoroso è stato quello del quotidiano Zaman, che è stato commissariato e rimesso in circolazione con una linea editoriale decisamente filo-governativa.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 34 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO