Prime pagine di oggi, venerdì 27 maggio 2016

Le notizie sulle prime pagine dei quotidiani italiani di venerdì 27 maggio

Il caso marò tiene nuovamente banco sulle prime pagine dei giornali, assieme alle tragiche cronache mediterranee che hanno ripreso la conta dei morti e dei salvataggi in mare.

Il quotidiano torinese LaStampa apre titolando con un virgolettato della Commissione UE in materia di immigrazione e racket degli esseri umani: "Rete globale dei mercanti di schiavi". A centropagina il quotidiano del Lingotto propone un'inchiesta sul gioco d'azzardo, lanciando la proposta del Comune di Bergamo che ha approvato un regolamento per stabilire fasce orarie per giocare, mentre di spalla in un box piuttosto piccolo si parla dei marò: "'Va rilasciato subito' Torna anche Girone".

Il quotidiano laRepubblica apre con l'appello al G7 della Commissione europea per diverse politiche sui migranti e l'accoglienza: "Migranti, dalla UE appello al G7: 'Più aiuti, la crisi è globale'" una questione che in sostanza è già dibattuta e trattata in modo poco dissimile dalla Stampa. Michele Serra firma un editoriale sui marò: "Marò a casa buona notizia ma non trattiamoli come eroi" mentre polemica politica, primarie americane e voragine fiorentina tengono banco come corollario ai titoli principali. Il Corriere della Sera propone in prima pagina una foto drammatica di un barcone affondato con a bordo alcuni migranti che si sbracciano per chiedere soccorso ma il titolo è sulla politica interna: "Riforme: sostegno da Confindustria. 'La ripresa non c'è'" scrive il Corriere citando il nuovo presidente dell'associazione degli industriali Boccia.

Libero apre con una notizia sugli sprechi INPS: "L'Inps dà i soldi a banche e Poste", un titolo che fa saltare sulla sedia e che viene molto ridimensionato già nell'occhiello: "L'ente di Boeri getta denaro anche quando paga le pensioni: il servizio per il versamento degli assegni è stato assegnato a un costo sei volte superiore a quello che aveva offerto la Banca d'Italia". Di basso profilo invece l'attacco a Roberto Giachetti, candidato PD sindaco di Roma, con foto a centropagina (al posto della solita vignetta): "Caro Giachetti, comprati una giacchetta". L'esponente del PD viene definito "un profugo". Il Giornale invece apre con il rientro del secondo fuciliere di Marina: "Ora teniamoli qui" è il titolo ad effetto del quotidiano, che a centropagina propone una foto a colori di cardinal Bagnasco e il suo "vitalizio scandaloso": "La pensione d'oro di Bagnasco: 4mila euro come ex-militare". Tra i titoli più ad effetto sul rientro del militare italiano detenuto (in ambasciata) in India c'è sicuramente quello del quotidiano romano Il Tempo, molto attivo nel denunciare e nel raccontare la vicenda marò: "Girone di ritorno", un titolo che vale assolutamente la pena di essere segnalato.

Il Fatto Quotidiano picca il governo, in taglio alto, sulle decisioni del Cda Rai: "La Rai ha deciso: chi dice No non parla" con la bocciatura del Consiglio della proposta di pluralismo. A centropagina un nuovo attacco al premier: "Renzi aiuta pochi potenti in cambio dei loro giornali" sostiene Pierluigi Bersani in un'intervista al quotidiano. Il quotidiano comunista ilmanifesto apre con un titolone sui nuovi naufragi: "Si salva chi può", la notizia dei marò è in prima pagina anche qui e, in taglio alto, Vincenzo Boccia di Confindustria tiene banco: "E' subito 'Sì' a Renzi".

Il Sole 24 Ore, com'è ovvio, apre e si dilunga molto sulle parole del nuovo presidente di Confindustria Boccia: "Crescere deve diventare la nostra ossessione".

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO