Malawi, violenze contro gli albini

Amnesty International, in un rapporto pubblicato il 7 giugno 2016, ha denunciato la situazione di discriminazione cui sono sottoposti gli uomini e le donne albini in Malawi: almeno 18 persone sono state uccise e cinque altre rapite dal novembre del 2014.

Secondo Amnesty si tratta di un'ondata di violenza "senza precedenti" ed è alimentata da pratiche occulte: secondo il rapporto le ossa delle vittime sarebbero poi state vendute agli stregoni del Malawi e del Mozambico per realizzare pozioni in grado di recare ricchezza o fortuna.

Ma gli albini sono anche vittime di discriminazioni a scuola e nel sistema sanitario. Molti muoiono di cancro alla pelle a causa della carenza di strumenti di prevenzione e di informazioni sulla loro condizione di debolezza dermatologica.

L'organizzazione internazionale ha accusato le autorità del Malawi di lasciare questa minoranza alla mercé di organizzazioni criminali per cui la popolazione albina del Malawi, stimata tra le 7.000 e le 10.000 persone, vive in una situazione di costante terrore, secondo quanto denunciato da Amnesty che ha sollecitato il governo di Lilongwe ad adottare misure concrete per assicurare la protezione degli albini.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO