Volo Ancona-Roma, donna sente parlare in arabo e lancia allarme: 3 ore di ritardo

Una storia tragicomica arriva da Ancona, dove la psicosi terrorismo ha portato ad un ritardo di quasi 3 ore per un volo Alitalia diretto a Roma Fiumicino.

I fatti sono accaduti nel pomeriggio di ieri e riportati dall'agenzia Ansa: due cittadini del Marocco, da anni residenti in Italia, si erano conosciuti all'imbarco del volo e stavano scambiando due chiacchiere in arabo. Tra i temi della normalissima conversazione anche l'attentato di un paio di giorni fa ad Istanbul. Una donna italiana - pur senza avere alcuna conoscenza dell'arabo - si è insospettita e ha fatto scattare l'allarme.

A quel punto - come da prassi - sono iniziati i controlli di Polaria, Digos, artificieri e gruppo cinofili.

Appurata la mancanza di qualsiasi pericolo, il volo è decollato con un ritardo di quasi tre ore. I passeggeri dell'aereo AZ1130 sono atterrati a Fiumicino solo alle 22.50, due ore e mezza dopo il previsto.

I disagi più grandi sono stati quelli a tre passeggeri che avevano una coincidenza e che sono stati costretti a rimanere ad Ancona.

La signora che ha causato il falso allarme ha preferito non partire. Avrebbe ammesso di non conoscere l'arabo e di aver lanciato l'allarme senza prove valide.

Foto: sito e fanpage Alitalia

Vota l'articolo:
4.01 su 5.00 basato su 77 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO