Francia, arrestate tre donne: “Stavano preparando nuove azioni violente”

20.35 - Il procuratore francese Francois Molins ha precisato oggi che l’attacco terroristico sventato con l’arrestato delle tre donne a Boussy-Saint-Antoine era stato diretto dal cosiddetto Stato Islamico, intenzionato a trasformare le tre giovani in combattenti.

Una delle tre donne, lo ha spiegato Molins, era stata fidanzata in passato con Larossi Abballa, l’uomo che nel giugno scorso uccise due agenti di polizia nel quartiere parigino di Magnanville prima di venir ucciso dagli agenti, e successivamente con Adel Kermiche, ucciso dagli agenti a luglio dopo aver sgozzato un sacerdote in una chiesa di Saint-Etienne-du-Rouvray. Il suo attuale fidanzato, invece, è stato arrestato ieri.

Anche il presidente francese Francois Hollande, oggi, ha commentato l’operazione di ieri sera:

Un attacco è stato sventato, un gruppo stato smantellato, ma ce ne sono altri e dobbiamo essere in grado di agire ogni volta prima che sia troppo tardi ed è quello che stiamo facendo.

9.45 - Tre donne sono state arrestate ieri sera a Boussy-Saint-Antoine, nel sud-est della Francia in relazione al ritrovamento dell’auto con delle bombe del gas a bordo nei pressi della cattedrale di Notre-Dame.

Si tratta, lo sostengono gli inquirenti, di tre donne di 19, 23 e 39 anni che avevano giurato fedeltà allo Stato Islamico e stavano pianificando un attentato imminente alla Gare de Lyon di Parigi.

La 19enne finita in manette è la stessa ragazza ricercata da giorni dalle autorità francesi, la figlia della proprietaria del mezzo rinvenuto abbandonato a poche decine di metri da Notre-Dame.

Il ministro dell’Interno francese Bernard Cazeneuve ha parlato di una corsa contro il tempo nell’arresto delle tre persone e ha spiegato:

Queste giovani donne, fanatiche e radicalizzate, stavano verosimilmente preparando delle nuove azioni violente e di sicuro imminenti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO