Terremoto centro Italia, 30 ottobre 2016: scossa di magnitudo 6.5, diversi crolli registrati

terremoto-30-ottobre-2016-01.jpg

10.12 - Fabrizio Curcio, capo della Protezione Civile, ha confermato la presenza di alcune persone ferite nell’ordine di qualche decina:

Siamo tarati per poter dare una risposta, abbiamo messo in piedi un sistema sanitario aggiuntivo, non intasiamo di strutture che non fanno parte del sistema. Non muoviamoci se non tramite le strutture istituzionali, la viabilità è fortemente compromessa e abbiamo bisogno di poterci muovere per i soccorsi. Siamo in grado di gestire questa cosa, le squadre di soccorritori stanno arrivando, il sistema è in grado di reggere. Per ora la priorità sono le persone.

10.11 - A Tolentino, come vi avevamo anticipato stamattina, è crollata una palazzina nella zona dell’Hotel 77, poco fuori dal centro storico. Alcune persone, è la stampa locale a riferirlo, sarebbero già state estratte vive dalle macerie.

10.10 - La situazione a Camerino, già devastata dalle due forti scosse del 26 ottobre scorso, è peggiorata ulteriormente dopo il violento terremoto di stamattina. Gianluca Pasqui, sindaco del paese, ha dichiarato:

Nel centro storico la situazione è critica, ma non ci sono feriti. La cosa mi preoccupa di più adesso sono anche le frazioni.

A Camerino è crollato un’intera palazzina di cinque piani nei pressi del collegio universitario del D’Avack, una parte del tribunale si è staccata e la caserma dei carabinieri è ufficialmente inagibile.

Una donna, lo riferisce la stampa locale, è stata investita da un’automobile nel fuggi fuggi generale di questa mattina. É stata trasportata in ospedale, ma non è in pericolo di vita.

9.30 - Cesare Spuri, capo della Protezione civile delle Marche, ha confermato gli ingenti danni provocati dalla forte scossa di stamattina:

E' stata una scossa molto forte. Ci segnalano crolli a Muccia, Tolentino, in tutto l'entroterra Maceratese, stiamo cercando di capire se ci sono persone sotto le macerie. La scossa è stata molto forte anche ad Ancona.

9.02 - Arrivano notizie di crolli da tutta l’area in prossimità dell’epicentro:

8.53 - La conferma dell'INGV è arrivata:

Oggi, 30 ottobre alle 07:40 ora italiana, un terremoto di magnitudo M 6.5 è stato localizzato nella zona al confine tra Marche e Umbria. L’epicentro di questo terremoto è ubicato tra le province di Macerata, Perugia e Ascoli Piceno, a 7 km da Castelsantangelo Sul Nera, 5 km da Norcia e 17 km da Arquata del Tronto.
Il valore della magnitudo calcolata inizialmente in 6.1 e poi in 6.5 è ancora suscettibile di modifica.

8.45 - Sembra che l'INGV stia aggiornando la magnitudo della scossa delle 7.40. Si parla di 6.5 invece dei 6.1 comunicati in un primo momento, ma siamo ancora in attesa di conferma.

8.40 - Lo sciame sismico è ripreso con un’intensità maggiore rispetto ai giorni scorsi. Nell’arco di un’ora sono già state molte scosse di magnitudo 4.5 o simili:

Ancora una fortissima scossa di terremoto nel centro Italia. La terra ha tremato ancora una volta all 7.40 di oggi, con una magnitudo di 6.1 secondo quanto riferito dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

L’epicentro è stato registrato tra Norcia, Castelsantangelo sul Nera e Visso, già fortemente colpiti dalle forti scosse di pochi giorni fa, a una profondità di 10 chilometri.

Numerose le segnalazioni di nuovi crolli in tutta la provincia di Macerata.

(in aggiornamento)

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 168 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO