Terremoto nel centro Italia, Errani raddoppia il numero dei comuni nel cratere del sisma

Manca ormai solo l’ufficialità, ma il nuovo elenco dei comuni del centro Italia inserito nel cratere del sisma - allargato dopo il terremoto del 24 agosto scorso - sembra definitivo. Vasco Errani, il Commissario straordinario di Governo alla Ricostruzione delle aree colpite dal Terremoto del Centro Italia, ha deciso di portare a 128 il numero dei comuni gravemente colpiti, 66 in più rispetto alla situazione delineata dopo la forte scossa di agosto.

Ai 62 comuni già inseriti nel cratere del sisma tra Abruzzo, Lazio, Umbria e Marche se ne aggiungono quindi 66. Dei 128 totali, quindi, ben 46 figurano nella provincia di Macerata, 23 in quella di Ascoli Piceno e 17 in provincia di Fermo.

Quelli in provincia di Macerata, la zona più colpita dalle forti scosse del 26 e del 30 ottobre, sono:


  • Acquacanina

  • Apiro

  • Belforte

  • Bolognola

  • Caldarola

  • Camerino

  • Camporotondo

  • Castelsantangelo sul Nera

  • Castelraimondo

  • Cessapalombo

  • Cingoli

  • Colmurano

  • Corridonia

  • Esanatoglia

  • Fiastra

  • Fiordimonte

  • Fiuminata

  • Gagliole

  • Gualdo

  • Loro Piceno

  • Macerata

  • Matelica

  • Mogliano

  • Monte San Martino

  • Montecavallo

  • Muccia

  • Penna San Giovanni

  • Petriolo

  • Pievebovigliana

  • Pieve Torina

  • Pioraco

  • Poggio San Vicino

  • Pollenza

  • Ripe San Ginesio

  • San Ginesio

  • San Severino

  • Sant’Angelo in Pontano

  • Sarnano

  • Sefro

  • Serrapetrona

  • Serravalle

  • Tolentino

  • Treia

  • Ussita

  • Urbisaglia

  • Visso

Essere inseriti nel cratere del terremoto è di vitale importanza per le persone colpite dal sisma, visto che proprio ai comuni inclusi in questo elenco sarà destinata gran parte dei fondi messi a disposizione, che avranno la priorità rispetto a tutte le altre aree interessate e danneggiate.

All’interno della zona denominata cratere del terremoto saranno risarciti al 100% i danni ad attività produttive, alle prime case e alle seconde case. Per chi si trova fuori dal cratere, invece, è previsto un risarcimento del 100% per le attività produttive, per le prime case e per le seconde case che si trovano nei centri storici. Per le seconde case al di fuori dei centri storici la copertura sarà del 50%.

L’elenco definitivo dovrebbe essere pubblicato nella giornata odierna.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO