Bologna, attentato alla stazione dei carabinieri di Corticella

attentato-caserma-bologna.jpg

Attentato questa notte alla stazione dei carabinieri di Corticella, alla periferia di Bologna, nel giorno in cui il Presidente del Consiglio Matteo Renzi è atteso in città per una delle ultime tappe in vista del referendum del 4 dicembre prossimo.

Erano da poco passate le 4 del mattino quando un ordigno rudimentale composto da due taniche di benzina è stato fatto esplodere davanti alla caserma. Nessuno è rimasto ferito, ma l’esplosione ha danneggiato la porta di ingresso e due finestre dell’edificio.

Danneggiate anche le telecamere installate all’esterno dell’edificio e al momento non è chiaro se dai filmati si riusciranno a estrapolare elementi utili alle indagini.

In poche ore è giunto sul posto il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare Gian Luca Galletti:

Un attacco vigliacco, esprimo la mia vicinanza ai carabinieri. Se l'obiettivo era rendere più deboli i carabinieri, sappiano che questo è il modo migliore per rendere più forte lo Stato. Prenderemo gli autori: le indagini sono in corso. Sappiamo che qui operano gruppi anarchici: il primo pensiero è quello, ma vedremo.

Parole di condanna anche da parte del sindaco Virginio Merola:

Esprimo la più ferma condanna e la sentita solidarietà ai carabinieri per l'attentato. Le indagini accerteranno chi ha compiuto questo gesto vigliacco, di certo possiamo subito affermare che Bologna non si fa intimidire.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO