Terrorismo, l’Europol avverte: “Rischio nuovi attentati in Europa”

L’Europol ha pubblicato oggi l’ultimo rapporto sul cambiamento delle tattiche dello Stato Islamico in Europa e ha messo in guardia l’intero continente da quello che potrebbe accadere nei prossimi mesi, ora che l’ISIS sta perdendo terreno in Medio Oriente.

Secondo la polizia europea il rischio di tentati attacchi è molto probabile e i servizi di intelligence confermano che al momento diverse dozzine di persone legate all’ISIS sono ancora presenti in tutto il territorio europeo con le capacità di commettere attacchi terroristici.

Le minacce non riguardano soltanto la Francia e il Belgio, tra i luoghi più colpiti in questi ultimi mesi, battuti gli Stati Membri che fanno parte della coalizione guidata dagli Stati Uniti tra Siria e Iraq. Lì sono stati fatti dei passi avanti e l’ISIS ha perso parte del territorio, ma questo secondo l’Europol rende molto probabile la possibilità che molti foreign fighters e le loro famiglie facciano rientro in Europa, pronti a colpire in casa.

Il rapporto diffuso oggi conferma il modus operandi di questi attentatori - “Lo Stato Islamico non ha ancora adottato in Europa il metodo degli ordigni artigianali piazzati dentro le auto, ma visto che i metodi operativi utilizzati in Medio Oriente tendono poi a essere copiati dai terroristi anche in Europa, è plausibile che l'Isis arrivi a 'esportarli' anche qui” - e precisa che sono più probabili attacchi da parte di persone singole, come accaduto a luglio a Nizza, invece di azioni di gruppo, più difficili da coordinare e mettere in atto visti i controlli a tappeto da parte delle autorità.

Via | Europol

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO