Ferrara, coniugi uccisi in casa: il figlio 16enne e un suo amico hanno confessato

duplice-omicidio-ferrarese.jpg

12.10 - I due giovani fermati questa mattina per il duplice omicidio di Salvatore Vincelli e Nunzia Di Gianni hanno fornito una confessione e il figlio minore della coppia, accusato di essere l’esecutore materiale e la mente dietro il delitto.

Il 16enne, secondo quanto si apprende, avrebbe indicato agli inquirenti il luogo in cui i due avevano abbandonato l’ascia utilizzare per massacrare i genitori e gli abiti indossati dai due adolescenti al momento del delitto, abbandonati in un corso d’acqua a pochi chilometri da Pontelangorino.

Alla base del duplice omicidio non ci sarebbero motivi economici, ma forti contrasti tra il 16enne e i genitori. Non è chiaro, al momento, quali fossero i rapporti tra i due ragazzi - amicizia o qualcosa di più - e perché il quasi 18enne abbia aiutato il 16enne in questo barbaro delitto.

Maggiori dettagli saranno resi noti nelle prossime ore.

9.50 - É arrivata in queste ore la svolta nelle indagini sull’omicidio di Nunzia Di Gianni e di suo marito Salvatore Vincelli, di 45 e 59 anni, massacrati nella loro villetta di Pontelangorino, in provincia di Ferrara, e trovati cadavere ieri mattina, quando il figlio 16enne della coppia ha allertato il 118.

I sospetti delle autorità si sono concentrati subito proprio sul figlio adolescente e stanotte, dopo ore di interrogatorio serrato, è scattato il fermo. Insieme al giovanissimo, secondogenito della coppia, è stato fermato anche un suo amico, rimasto a dormire nella villetta lunedì sera, nelle ore in cui secondo le autorità si è consumato il delitto.

I due coniugi, titolari del ristorante La Greppia di San Giuseppe di Comacchio, sono stati uccisi con un oggetto contundente non ancora recuperato dalle autorità e subito dopo sono stati avvolti in dei sacchi di plastica. Nessun segno di effrazione alle porte e finestre della villetta, nessun furto. Questo ha portato gli inquirenti a concentrarsi sulle persone presenti all’interno dell’abitazione in quelle ore, il figlio della coppia e il suo amico.

Il giovanissimo non ha ancora fornito una confessione e al momento non è stato ancora accertato il movente di questo duplice massacro.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO