Strage di Charleston, condanna a morte per il killer

Dylann Roof ha continuato a insistere sulla necessità della sua azione.

schermata-2017-01-11-alle-09-51-54.png

Il 17 giugno 2015 Dylann Roof aveva fatto irruzione armato in una chiesa metodista della comunità afroamericana di Charleston, South Carolina. La sua azione aveva causato la morte di 9 persone.

L'autore della strage, un giovane ragazzo bianco, è stato condannato alla pena di morte. A quanto sembra, una delle ragioni che hanno causato la condanna alla massima pena è il fatto che Roof non abbia mostrato nessun segno di pentimento, continuando a insistere sulla necessità della sua azione.

Ha negato con forza di essere affetto da turbe psichiche e non ha chiesto perdono né clemenza. Alla giuria ha chiesto soltanto una condanna all'ergastolo (che sarebbe arrivata se anche uno solo dei giurati si fosse opposto alla sua condanna), ma niente di più.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO