Cogne: Annamaria Franzoni condannata a pagare l'avvocato Taormina

franzoni deve pagare taormina

Annamaria Franzoni deve risarcire il suo ex avvocato, il professore Carlo Taormina, per un mancato compenso pari a 275.000 euro più iva e altre spese. Così ha stabilito il tribunale civile di Bologna che si è pronunciato sul compenso professionale non percepito da Taormina che ha difeso Annamaria Franzoni nel processo sul delitto di Cogne, in cui la donna è stata imputata e poi condannata per la morte del figlio di tre anni.

La cifra stabilita per gli onorari non liquidati, comprensiva di iva, interessi e cassa di previdenza degli avvocati, in totale è di 400mila euro. Annamaria Franzoni nel 2008 è stata condannata definitivamente a 16 anni per l'omicidio del figlio Samuele, avvenuto nel 2002 della casa di famiglia a Cogne (Montroz).

La donna è stata difesa da Taormina nel processo fino a febbraio del 2007, cioè fino a quando l'avvocato penalista rinunciò all'incarico. Nel 2013 l'avvocato fece causa civile alla Franzoni chiedendo onorari mai pagati per un importo pari a 771.507 euro. Ora la sentenza che chiarisce come non ci sia nessun riscontro di accordi relativi a prestazioni di gratuità tra le parti bocciando così la linea difensiva dei legali di Annamaria Franzoni che poggiava su questo elemento. Come stabilito dal tribunale, Taormina oltre a non aver pattuito con l'imputata la gratuità della difesa non ha mai espresso o manifestato di voler rinunciare al compenso.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 160 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO