Gli uomini di Matteo Messina Denaro e i vertici nella cella frigorifera

Così speravano di sfuggire alle intercettazioni.

Dotati di cappotti e sciarpe anche quando la temperatura esterna era più che confortevole, gli uomini di Matteo Messina Denaro, il superlatitante capo della mafia, si incontravano nelle celle frigorifere di un fruttivendolo di Alcamo per discutere delle questioni più delicate.

In questo modo, speravano di essere al riparo dalle intercettazioni, ma si sbagliavano di grosso: i poliziotti della squadra mobile di Trapani, diretti da Fabrizio Mustaro, avevano anticipato questo escamotage, che peraltro costringeva gli uomini a meeting dalla durata massima di dieci minuti.

Nell'operazione sono stati arrestati sei persone, tra cui Ignazio Melodia, l'ex medico dell'ufficio di igiene soprannominato "U dutturi". Rimasto in carcere dal 2002 al 2012, era tornato a ricoprire il massimo incarico sul territorio non appena uscita di galera.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO