Il nonno muore in guerra e lui trova la polizza vita: 495mila euro

L'uomo era deceduto nella seconda guerra mondiale, ma la polizza sulla vita non è mai stata rinvenuta. Fino a oggi.

Picture taken on January 31, 2017 in Lille, northern France, shows a one Euro coin.  / AFP / PHILIPPE HUGUEN        (Photo credit should read PHILIPPE HUGUEN/AFP/Getty Images)

Si trovava nella sua casa di Pordenone e stava rovistando in soffitta tra i cimeli di famiglia. Per la precisione, stava guardando tra i ricordi di suo nonno, morto in guerra durante la Seconda Guerra Mondiale.

Assolutamente inattesa, Luca Rossetti, impiegato delle poste di 44 anni, ha scovato la polizza sulla vita stipulata in quegli anni. Una polizza dall'importo di mille lire, che non è mai stata riscossa.

Fatti i dovuti calcoli, si scopre che quella polizza, oggi, vale 495mila euro, ma l'assicurazione si rifiuta di pagare. "Il premio assicurativo dovrà essere corrisposto agli eredi del caporal maggiore Dante Rossetti per la sua morte prematura", spiegano gli avvocati assoldati dall'uomo al Gazzettino.

Secondo l'assicurazione, i termini decorrevano entro trent'anni, ipotesi negata dagli avvocati: "Al termine naturale stabilito per il rimborso vanno aggiunti i dieci anni di prescrizione ordinaria. I dieci anni non decorrono subito dal giorno successivo alla scadenza del trentesimo anno, ma da quando il titolare è in grado di far valere il proprio diritto”.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO