Genova: accoltella la figlia 12enne e si inventa l'aggressione di uno sconosciuto

accoltella figlia 12enne genova

Il padre di una 12enne è stato arrestato con l'accusa di averla accoltellata, domenica scorsa a Genova. In manette è finito un 40enne di nazionalità ecuadoriana con precedenti per maltrattamenti in famiglia. L'uomo al pronto soccorso e ai carabinieri aveva detto che la figlia era stata ferita da uno sconosciuto che stava discutendo con lui.

Una versione che non aveva convinto gli investigatori: l'uomo, dopo essersi contraddetto più volte è stato posto in stato di fermo. La figlia si trova tuttora ricovera in gravi condizioni a causa di ferite d'arma da taglio all'addome, la più profonda, e alle braccia.

Il genitore aveva raccontato che a ferire la ragazzina era stato un uomo alto circa 1.80 cm con cui lui stava discutendo davanti a un distributore di benzina in via Teglia. Sul posto però non era stata trovata nessuna traccia ematica.

L'uomo poi non era stato creduto quando aveva spiegato di essersi accorto della ferite solo una volta a casa per giustificarsi del fatto che la figlia fosse stata portata in ospedale solo qualche ore dopo l'aggressione. In più le ferite inferte alla 12enne, alta un metro e mezzo, non erano emette compatibili con l'altezza descritta del presunto aggressore, perché localizzate nella parte bassa del corpo della giovanissima.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO