Francia, famiglia di 4 persone svanita nel nulla: sospetti sul figlio 21enne

famiglia-pascal-scomparsa.jpg

É giallo in Francia ormai da qualche giorno, da quando un’intera famiglia di 4 persone ha fatto perdere ogni traccia. I coniugi Pascal e Brigitte Troadec, di 50 anni, e i figli Sébastien e Charlotte, di 21 e 18 anni, sono svaniti nel nulla il 16 febbraio scorso, ma solo pochi giorni fa è stata aperta un’inchiesta per omicidio volontario e sequestro di persona.

A lanciare l’allarme è stata la sorella di Brigitte Troadec, preoccupata perché ormai da giorni non riusciva a mettersi in contatto con i quattro. Il sopralluogo effettuato dalle autorità all’interno dell’abitazione della famiglia alle porte di Nantes, ad ovest della Francia, ha portato alla luce diverse tracce di sangue - sul telefono cellulare di Sébastien, sull’orologio di Brigitte e sulle scale interne della villetta - riconducibili a tre membri della famiglia. Tracce che, secondo quanto riferito dagli inquirenti, qualcuno avrebbe tentato di ripulire.

I telefoni cellulari dei quattro non danno segni di vita dal 16 febbraio scorso e nessuna attività è stata registrata nei loro conti in banca. Questo fa ovviamente temere per il peggio e tra le varie piste che si stanno battendo in queste ore c’è quella di una responsabilità del figlio 21enne, che più volte in passato avrebbe dato segni di instabilità emotiva.

L’auto del giovane è l’unica a non esser stata ritrovata dalle autorità, mentre quelle dei due coniugi sono state trovate parcheggiate davanti alla villetta. Il 21enne era stato condannato nel 2013 a diverse ore di lavori al servizio della comunità per aver postato delle minacce online e in alcuni forum, in questi ultimi mesi, aveva pubblicato frasi come “Cosa odio di più? Il mio riflesso” e “Cosa mi rattrista? La mia vita” o, ancora “Se qualcuno sapesse cosa mi sta passando nella testa, penserebbe che sono un pazzo senza morale”.

Le indagini proseguono.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO