Milano: spacciavano farmaco oppioide davanti scuole, due arresti

Spacciavano un farmaco oppioide simile alla morfina le due persone tratte in arresto nel loro appartamento a Segrate dopo un blitz dei carabinieri di San Donato Milanese. In manette sono finiti due cittadini iracheni, di 24 e 37 anni, beccati con la bellezza di oltre duemila pasticche di ossicodone, farmaco oppioide utilizzato dai malati di cancro contro il dolore.

In base alle indagini dei carabinieri di San Donato Milanese i due, entrambi incensurati, spacciavano le compresse, a 30-40 il pezzo, davanti ai locali notturni o anche agli studenti davanti ad alcune scuole superiori della periferia Sud Est di Milano.

Le segnalazioni fatte alle forze dell'ordine dai genitori di alcuni studenti, tra cui quella di una madre che ha consegnato ai carabinieri una pasticca di ossicodone trovata al figlio, hanno fatto partire le indagini. I carabinieri hanno verificato la presenza dei sospettati nelle vicinanze dei luoghi dello spaccio segnalati e/o noti, cioè nei pressi di scuole e discoteche, così quindi hanno deciso di agire.

I militari dell'Arma, durante la perquisizione in casa dei due, hanno scovato i farmaci all'interno di altoparlanti nascosti in una intercapedine della cantina insieme a una busta con 3.600 euro in contanti, soldi ritenuti il provento dell'attività di spaccio.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO