Palermo, 45enne bruciato vivo: l’assassino ha confessato - VIDEO

12 marzo 2017 - Ha un volto e un nome l’assassino di Marcello Cimino, il 45enne dato alle fiamme venerdì sera a Palermo. Giuseppe Pecoraro, benzinaio di 45 anni, è stato identificato dagli agenti nella giornata di ieri e poche ore dopo ha fornito una piena confessione di quanto accaduto, spiegando agli inquirenti di aver agito per gelosia, perché convinto che la vittima facesse delle proposte indecenti alla sua fidanzata.

Venerdì, poche ore prima del delitto, Marcello Cimino era stato a pranzo a casa di Pecoraro e non escluso che qualcosa che i due si sono detti in quell’occasione possa aver portato l’assassino al folle gesto.

11 marzo 2017 - Omicidio la notte scorsa a Palermo, sotto il portico di piazza Cappuccini. Una vera e propria esecuzione costata la vita a Marcello Cimino, senzatetto di 45 anni, dato alle fiamme mentre stava dormendo all’interno della missione San Francesco.

L’assassino non è stato ancora identificato, ma le sue azioni sono ben documentate dalle telecamere di sorveglianza installate nell’area, che hanno ripreso l’uomo avvicinarsi a Cimino portando con sé un secchio contenente il liquido infiammabile. In pochi secondi l’uomo ha lanciato il liquido contro il 45enne e ha acceso il fuoco, assicurando Cimino a morte certa.

L’uomo è riuscito a far perdere le proprie tracce, ma gli inquirenti avrebbero già identificato alcune persone - ora sotto interrogatorio - che avrebbero discusso con Marcello Cimino nella giornata di ieri, poche ora prima dell’omicidio.

omicidio-a-palermo.jpg

Vota l'articolo:
3.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO