Vigevano, sgominata baby gang: arresti per percosse e violenze

baby gang vigevano

Una baby gang che terrorizzava coetanei è stata sgominata dai carabinieri di Vigevano, in provincia di Pavia, con quattro arresti e sei denunce. La cosiddetta "baby gang delle stazioni ferroviarie" era formata da bulli sotto i 16 anni che, stando a quanto emerso dalle indagini, violentavano e picchiavano le loro vittime. Violenze poi sventolate come trofei online, su sistemi istantanei di messaggistica.

In uno degli episodi contestati, come riferisce l'Ansa, un membro della baby gang avrebbe costretto un coetaneo, un 15enne, a bere alcolici fino a farlo ubriacare, prima di mettergli una catena al collo come se fosse un cane al guinzaglio. In un altro caso in cinque contro uno avrebbero denudato con la forza lo stesso 15enne, immobilizzandolo a testa in giù e costringendolo a subire atti sessuali. Violenze che venivano riprese con i telefonini.

I quattro fermati, tra cui un 13enne, sono stati condotti all'Istituto penale minorile Beccaria di Milano. Le accuse a loro carico vanno dal concorso in violenza sessuale alla riduzione in schiavitù, dalla pornografia minorile, alla violenza privata, reati aggravati mediante lo stato di incapacità procurato alla vittima. Il tredicenne legalmente non è imputabile ma data la sua pericolosità sociale, la sua posizione è al vaglio per la richiesta di una eventuale misura di prevenzione.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO