Torino, arrestati allenatori di calcio giovanile: sesso per giocare in squadra - Video

Prestazioni sessuali in cambio di un posto in squadra. Sono due gli allenatori di calcio giovanile arrestati con questa accusa nell'ambito di un'operazione della polizia postale di Torino. Gli arresti riguardano un 20enne finito ai domiciliari e un altro allenatore di 50 anni, tradotto invece in carcere, che secondo le indagini "usava" il giovane collega per collezionare materiale pedopornografico.

Gli investigatori hanno inoltre chiesto e ottenuto un obbligo firma per un arbitro delle giovanili che, sempre secondo chi indaga, con la scusa di massaggi tonificanti molestava e tentava approcci sessuali. Per i tre indagati la accuse mosse a vario titolo sono di pedopornografia e di violenza sessuale.

Le delicate indagini sulle presunte prestazioni sessuali richieste dagli allenatori ai giovani in cambio di un posto da titolare nelle squadre di calcio che allenavano è durata quasi un anno. A confermare le accuse degli inquirenti ci sarebbero oltre 15 minori.

A far scattare gli accertamenti è stata la denuncia per violenza sessuale dei genitori di uno degli adolescenti in questione. L'inchiesta intanto prosegue per capire se ci siano altre vittime. Le indagini avrebbero provato che l'allenatore finito in carcere e l'arbitro delle giovanili si sarebbero appartati più volte con i minori in luoghi isolati, con la scusa di insegnare loro a guidare, tentando approcci sessuali contro la volontà delle vittime.

sesso per giocare torino

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO