Gerusalemme, dopo mesi di restauro riapre il Santo Sepolcro

Il Santo Sepolcro di Gerusalemme, il luogo nel quale secondo la Bibbia sarebbe stato sepolto Gesù Cristo posto all'interno della Basilica del Santo Sepolcro, ha riaperto i battenti dopo una chiusura di 9 mesi per restauri.

Il luogo sacro è stato ufficialmente di nuovo reso accessibile al pubblico e secondo quanto riferisce Askanews i rappresentati delle varie chiese cristiane hanno preso parte alla cerimonia intorno all'Edicola di marmo della tomba del Risorto che ha recuperato il colore ocra originale, interamente smontata e ricostruita dagli specialisti greci per ridare l'aspetto originario al cuore materiale della Cristianità.

Il cantiere di restauro, aperto nel 2016, ha permesso di sistemare le deformazioni subite nel corso dei secoli dall'Edicola, al cui interno si trova la camera sepolcrale con il banco di roccia su cui giacque il corpo di Gesù Cristo prima della resurrezione, per garantirne l'integrità strutturale.

"Quando abbiamo aperto il sepolcro abbiamo trovato una prima lastra di marmo grigio, i cui cementi risalgono ai giorni di Costantino. Il che ha permesso di accertare che si tratta proprio della tomba di Cristo identificata da Costantino e ricoperta di marmi"

ha spiegato alla stampa Antonia Moropoulou, direttrice dei restauri.

La basilica del Santo Sepolcro si trova nella Città Vecchia di Gerusalemme, città sacra per le tre religioni abramitiche, nei pressi dei luoghi più santi dell'Ebraismo e dell'Islam, tra il Muro del pianto e la Spianata delle Moschee.

gettyimages-656025040.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO