Prostituta uccisa Bologna, 55enne confessa: "mi ero invaghito"

prostituta uccisa a bologna

L'ha uccisa con una pistola di quelle che si usano per uccidere i maiali. Un uomo di 55 ani di Bologna, ha ammesso di aver ucciso una donna che faceva la prostituta e di cui lui si era invaghito. In questura, accompagnato dal suo legale, l'uomo ha confessato di essere il responsabile dell'omicidio di un donna di 30 anni, di nazionalità romena, uccisa con un colpo di arma da fuoco in testa, sabato pomeriggio nella sua casa in zona Murri.

La donna era stata trovata cadavere dal fidanzato che aveva poi dato l'allarme. L'omicida reo confesso, secondo quanto ricostruito era un cliente della donna e si era innamorato di lei. Il movente dell'omicidio? Secondo quanto raccontato dall'uomo, la squillo gli aveva manifestato la sua volontà di tornare in Romania, cosa che lui non voleva assolutamente. Tuttavia le indagini non sono chiuse e si valutano anche moventi di natura economica.

Davanti agli investigatori della polizia e al pm di Bologna Roberto Ceroni l'uomo si è auto accusato del delitto facendo ritrovare l'arma utilizzata per uccidere, una pistola di quelle utilizzate per ammazzare i suini. Il 55enne è ora in stato di fermo per omicidio aggravato premeditato.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO