La Ri-scossa dei terremotati: proteste e manifestazioni a Roma e in 10 comuni del cratere

Giornata di manifestazioni e protesta in tutto il centro Italia, devastato dalla serie di terremoti cominciata il 24 agosto dello scorso anno. Le persone colpite dal sisma hanno deciso di far sentire la propria voce e denunciare “i ritardi, le lacune, l’assenza di una gestione puntuale ed efficace negli ultimi sette mesi”.

Il sit-in principale è stato organizzato in piazza Montecitorio a Roma, ma in contemporanea si scenderà in piazza anche in 10 luoghi simbolo di questa tragedia, dieci luoghi gravemente colpiti dall’ondata di terremoti: Torrita, Grisciano, Trisungo, Visso, Pieve Torina, Selvalagli di Gagliole, Tolentino, Porto Sant’Elpidio e L’Aquila (qui tutti i dettagli).

L’evento è stato organizzato dal Comitato Spontaneo "Quelli che il Terremoto" e dal Comitato "La Terra Trema noi no” al grido di “Ci avete detto #nonvilasceremosoli e l'avete fatto. Noi non vi daremo tregua #insiemejelafamo #laterratremanoino #lariscossadeiterremotati”. Quello che viene chiesto alle Istituzioni Italiane è molto chiaro:


    - Cancellazione Imu fino a consegna casa;
    - Cronoprogramma smaltimento macerie (accelerazione tempi, ricorso a maggiori risorse, turni anche nei fine settimana)
    - Sostegno immediato imprese con contributo mancato guadagno (60% fatturato) fino a ricostruzione avvenuta
    - Accesso al microcredito per imprese zone cratere
    - Zona franca fino a ricostruzione avvenuta
    - Raddoppio CAS
    - Mantenimento CAS fino a ricostruzione avvenuta
    - Sostegno al reddito per chi ha perso il lavoro
    - Possibilità per il cittadino di scegliere come utilizzare i fondi per SAE o Casette (acquisto privato mantenendo le 1.075€/mq)
    - Annullamento vincoli zone cratere (paesaggistico in caso di costruzione casa su proprio giardino)
    - Realizzazione cronoprogramma consegna casette (24/8 entro 31 mag- 26/30 ott entro 31 ago)
    - Ripristino condizioni lavoro imprese locali e creazione canali preferenziali vendita e/o export
    - Definizione completa parametri ricostruzione
    - Garanzia copertura fondi per ricostruzione ed accessibilità immediata
    - Stanziamento immediato fondi necessari ricostruzione (almeno 5 miliardi per 2017)
    - Blocco immediato spostamento terremotati fino a consegna casette
    - Convocazione immediata Enel Terna Telecom e Trenitalia per concordare investimenti e priorità su zone cratere
    - Ripristino dei COM (centri operativi mobili) vicino ogni quadrante del cratere

Foto | Facebook

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 10 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO