Budrio (BO), barista ucciso dopo aver reagito a una rapina: caccia all’assassino

barista-ucciso-budrio.jpg

Un uomo di 45 anni, Davide Fabbri, è stato ucciso ieri sera nel Bar Gallo di via Riccardina a Budrio, in provincia di Bologna, da un malvivente che si era introdotto nel locale armato di fucile e pistola con l’intenzione di compiere una rapina.

É accaduto intorno alle 22 di ieri. Il bandito, non ancora identificato, ha fatto irruzione nel locale e ha minacciato Davide Fabbri, figlio del titolare del bar, di consegnargli l’incasso. Ne è nata una colluttazione e il bandito, secondo quanto ricostruito, ha esploso un colpo di pistola che ha raggiunto il 45enne alla testa, uccidendolo.

Due persone sono rimaste ferite, non in modo grave, dai colpi esplosi nella colluttazione. Subito dopo il bandito si è dato alla fuga a piedi ed è attualmente ricercato in tutta l’area. La moglie della vittima, presente nel bar al momento della tragedia, ha così commentato l’accaduto al Resto Del Carlino:

Aveva un accento straniero. Non aveva paura di nulla. Era basso e grosso allo stesso tempo. […] Non so cosa credesse di poter trovare nella cassa. Aveva sia un fucile che una pistola, come se dovesse assaltare una banca. Devono trovarlo e fargli pagare quello che ha fatto. […] Davide ha resistito e ha cercato di disarmarlo. Voleva farlo ragionare, ma è stato tutto inutile. Era entrato con l’idea di farci del male. Non abbiamo nemici e siamo stimati da tutti in paese. Questo è un piccolo bar di passaggio dove la gente si ferma per rifiatare e fare due chiacchiere.

La caccia all’uomo prosegue in tutta la zona.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO