Montecatini Val di Cecina (Pisa): si uccide in auto col gas, figlio di 8 anni si salva


Piano riuscito a metà per un uomo di 43 anni che ha provato ad uccidere se stesso e il figlio di otto anni: il padre ha aperto una bombola del gas nell'automobile in cui entrambi stavano riposando. L'uomo non è sopravvissuto, mentre il piccolo è riuscito a scappare e a chiamare i soccorsi.

La tragedia è avvenuta a Montecatini Val di Cecina, in provincia di Pisa, dove si era concluso il viaggio di padre e figlio. Il bimbo vive con la madre ad Afragola, nel napoletano, e il padre - separato dalla donna da 5 anni - aveva accordato con lei di poter passare una giornata col piccolo.

È iniziato così il viaggio verso il nord (l'uomo era originario della provincia di Firenze). Dopo 15 ore, l'arrivo a Montecatini Val di Cecina: il 43enne ha parcheggiato l'automobile in una piazzetta del paese aprendo il gas. Il bambino, seppur con poche forze, è riuscito ad aprire la portiera dell'automobile e scappare, ha raggiunto la casa più vicina e ha chiamato i soccorsi.

Per il padre non c'è stato niente da fare, mentre il piccolo è stato ricoverato all'ospedale di Pontedera, ma è fortunatamente in buone condizioni.

L'uomo scriveva molti post su Facebook sul figlio, lamentandosi di non poterlo vedere quasi mai. Tra i post, anche uno in cui scriveva: "Neppure conosco la pagella ancora...!!! Pur avendo chiesto.. La scorsa volta per vederla ho dovuto chiedere a un giudice.. questa volta sarà lo stesso?!".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO