8 anni dal terremoto dell'Aquila, anche Amatrice e Arquata alla fiaccolata

Nella gallery in alto alcune delle fotografie realizzate dopo il terremoto che colpì L'Aquila: era il 6 aprile 2009, la terrà tremo alle 3:32 causando 309 morti e oltre 1.500 feriti.

Come ogni anno, i cittadini del capoluogo abruzzese hanno partecipato alla fiaccolata commemorativa che si è tenuta ieri sera. Oggi il sindaco Massimo Cialente ha proclamato una giornata di lutto cittadino. Così le disposizioni dell'ordinanza comunale: "Esposizione a mezz’asta e listate a lutto delle bandiere esposte sugli edifici pubblici del territorio comunale, il divieto, nelle vie e nelle piazze nelle quali si svolgono le iniziative in ricordo, di tutte le attività che possano intralciare l’afflusso delle persone, oltre che delle attività ludiche e ricreative e di ogni altro comportamento che contrasti con il carattere luttuoso della ricorrenza, e, infine, la chiusura, in segno di lutto e in memoria delle vittime del sisma, degli esercizi commerciali e dei locali pubblici dell’intero territorio comunale, dalle ore 9.30 alle ore 11.30 di giovedì 6 aprile 2017".

A partecipare alla fiaccolata di ieri, nel corso della quale sono stati letti i nomi delle vittime, anche diversi cittadini e esponenti delle amministrazioni locali di zone colpite dai terremoti più recenti, come Amatrice e Arquata.

Il sindaco dell'Aquila Cialente, che tra due mesi lascerà l'incarico (scade il suo mandato), traccia un bilancio: "Lascio in eredità un progetto di città esaltante. Anche se provo un dolore estremo nel non veder realizzate le scuole, o il masterplan di piazza d'Armi, o a vedere ancora i binari della mai realizzata metropolitana di superficie", riporta l'Ansa.

Sul sito del comune dell'Aquila si leggono i dati aggiornati relativi a popolazione assistita e contributi:

Popolazione assistita

Nuclei familiari assegnatari di alloggi CASE e MAP: n. 4.654 (comprese le famiglie ospitate da altri Comuni interessati dai terremoti del centro Italia dell'agosto e ottobre 2016 e del gennario 2017)

Persone assegnatarie di alloggi CASE e MAP: n. 11.148 (comprese le famiglie ospitate da altri Comuni interessati dai terremoti del centro Italia dell'agosto e ottobre 2016 e del gennario 2017)

Alloggi liberi: n. 121 nel Progetto CASE e n. 37 MAP

Contributo di Autonoma Sistemazione recuperato: € 2.358.948,01 (Aggiornamento al 31.12.2016)

Vota l'articolo:
4.13 su 5.00 basato su 15 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO