Ohio, uccide un passante e pubblica il video su Facebook: Steve Stephens si è tolto la vita

18.30 - Steve Stephens si è tolto la vita. Le autorità della contea di Erie, in Pennsylvania, hanno confermato il suicidio dell’assassino di Cleveland, avvenuto al termine di un inseguimento con le forze dell’ordine.

L’uomo era stato rintracciato dalle autorità di Erie dopo una segnalazione anonima - il suo veicolo era stato visto nel parcheggio di un McDonald's - e quando la polizia è giunta sul posto, Stephens ha tentato la fuga. Vistosi ormai braccato, il 37enne ha fermato il veicolo e si è sparato prima che gli agenti potessero arrestarlo.

Martedì 18 aprile 2017 - Come riferisce per l'Italia l'agenzia Askanews le autorità americane hanno esteso a tutto il territorio degli Stati uniti la caccia all’uomo che ha sparato e ucciso un anziano scelto a caso postando poi il video dell’omicidio su Facebook.

La polizia di Cleveland, che lavora sul caso con l’aiuto dell’Fbi e del Bureau of Alcohol, Tobacco, Firearms and Explosives (ATF), ha alzato sul capo del sospettato una taglia di 50mila dollari, promessi a chi è in grado di dare informazioni che possano portare all’arresto di Steve Stephens, il presunto assassinio. Stephens, 37 anni, di Cleveland, Ohio, è definito armato e pericoloso ed è stato messo nella lista dei ricercati dell’Fbi.

A poche ore dall’accaduto domenica sera la caccia all’uomo si è estesa a cinque stati, ma nel pomeriggio l’allerta è diventato nazionale. Stephens è accusato di aver ucciso Robert Godwin Sr, 74 anni, che tornava a casa a piedi dal pranzo di Pasqua, scegliendolo apparentemente a caso. Secondo la ricostruzione fornita dalla polizia Stephens ha postato un video dicendo che intendeva uccidere e due minuti dopo ha pubblicato il video dell’esecuzione di Godwin. L’anziano viene mostrato con una pistola alla tempia, poi lo si vede cadere a terra dopo che Stephens spara.

In un terzo video 11 minuti dopo Stephens è in auto e annuncia che intende uccidere altre persone:

“Ne ho uccise tredici, quindi lavoro sulla quattordicesima mentre parliamo. Sto guidando in giro sparando a dei figli di p…, sono scoppiato, c…”

La polizia conferma però la notizia di un solo omicidio. Facebook ha oscurato i video e disabilitato l’account dell’uomo solo due ore dopo la pubblicazione dei video. La polizia ha emesso un mandato d’arresto per Stephens, alto 1,85, del peso di 110 chili, afroamericano con la barba, visto per l’ultima volta su una Ford Fusion bianca con targhe provvisorie, sulla quale si ritiene si trovi ancora. La madre ha detto alla Cnn di aver chiamato dopo aver visto i video e che l’uomo le ha detto che uccideva la gente perchè era “furioso con la sua ragazza”. La polizia ha messo la fidanzata in un luogo sicuro.

Lunedì 17 aprile 2017 - É in corso ormai da ore la caccia all’uomo in tutto lo stato dell’Ohio, negli Stati Uniti, dopo la pubblicazione del video di un omicidio da parte dello stesso autore, identificato dalle autorità come Steve Stephens (il filmato non è stato trasmesso in diretta, ma pubblicato successivamente, come fatto sapere da Facebook in una nota).

L’uomo, residente a Cleveland, ha ucciso a colpi di pistola un passante a caso, il 74enne Robert Godwin, e ha condiviso il filmato dell’esecuzione sul proprio profilo Facebook. Subito dopo, mentre era in fuga, l’uomo si è collegato in diretta su Facebook e ha confessato di aver ucciso altre 13 persone nel giorno di Pasqua e di volerne uccidere molte di più.

Il capo della polizia di Cleveland, Calvin Williams, ha confermato un unico delitto - nessun altro cadavere è stato rinvenuto fino a questo momento - e precisato che diverse forze di polizia sono sulle tracce del 37enne, anche al di fuori dell’Ohio.

Steve Stephens è da considerarsi armato e pericoloso. Facebook ha già diffuso un comunicato in cui annunciare di star lavorando a stretto contatto con le forze dell’ordine.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 23 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO