Trapani: confiscato il patrimonio del cugino di Matteo Messina Denaro

Importante colpo messo a segno dalla Direzione investigativa antimafia di Trapani: è di oggi la notizia della confisca del patrimonio di Giovanni Filardo, imprenditore edile che sta scontando in carcere una condanna di 12 anni e 6 mesi con sentenza della Corte d'Appello di Palermo.

Filardo è cugino di primo grado del latitante Matteo Messina Denaro. Fu arrestato nel 2010 con l'accusa di di essere componente del mandamento mafioso di Castelvetrano, di incendi dolosi, d'interposizione fittizia di valori. Dopo la sentenza di assoluzione in primo grado (Tribunale di Marsala), arrivò la condanna a oltre 12 anni dalla Corte d'Appello palermitana.

Tra le accuse, anche quella di aver favorito la latitanza del cugino.

La confisca riguarda il patrimonio mobiliare, immobiliare e societario di Filardo: un'impresa edile a responsabilità limitata, 23 tra mezzi d'opera, automezzi e autoveicoli, un fabbricato rurale, 7 appezzamenti di terreno, una villa con finiture di pregio, un fabbricato a uso abitativo e quattro conti correnti bancari.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO