Gioielliere ucciso a Marano (Napoli): fermato un uomo a Ischia

Aggiornamento 10 maggio 2017 - Un uomo è stato fermato nel corso delle indagini sull'omicidio di Salvatore Gala, il gioielliere che ieri mattina è stato ritrovato senza vita all'interno del suo negozio a Marano di Napoli.

La persona fermata si trovava all'hotel Oriente di Ischia Porto, ma vive nella zona di Marano, dunque a poca distanza dal luogo dell'omicidio.

In casa della persona fermata sono stati trovati alcuni dei gioielli sottratti dalla cassaforte del negozio. Secondo una prima ricostruzione, l'uomo - un 31enne pregiudicato - potrebbe aver commesso il crimine, poi si sarebbe spostato a casa sua per abbandonarla poco dopo e rifugiarsi nell'hotel di Ischia.

Repubblica segnala che gli agenti avrebbero inoltre trovato le chiavi della macchina della vittima tra i vestiti del presunto killer.

L'uomo dovrà rispondere dell'accusa di omicidio a scopo di rapina. Probabile, almeno in questa fase delle indagini, che vittima e killer si conoscevano.

Marano (Napoli): gioielliere trovato ucciso nel suo negozio


9 maggio 2017

Un uomo di 43 anni, Salvatore Gala, è stato ritrovato oggi senza vita nel suo negozio, una gioielleria a Marano di Napoli.

Il gioielliere, proprietario del negozio piuttosto famoso nel centro in provincia di Napoli, è stato presumibilmente ucciso ieri, anche se gli inquirenti stanno per il momento indagando su tutte le piste, anche quella del suicidio.

Gala non era rientrato a casa la scorsa notte. A dare l'allarme, la madre del gioielliere: le forze dell'ordine si sono così recate nel negozio situato nel centro di Marano, in via Vincenzo Merolla, ritrovandolo senza vita.

La cassaforte della gioielleria è stata ritrovata vuota.

L'ipotesi principale è quella di una tentata rapina terminata con l'omicidio del proprietario del negozio.

Vota l'articolo:
5.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO