Costa Concordia, confermata la condanna a 16 anni: Francesco Schettino in carcere

Si sono aperte ieri sera le porte del carcere per l’ex comandante Francesco Schettino, condannato in via definitiva a 16 anni dai giudici della Corte di Cassazione per il naufragio della Costa Concordia, costato la vita a 32 persone il 13 gennaio 2012.

Schettino, unico imputato per quella strage, era stato condannato a 16 anni di carcere in primo grado l’11 febbraio 2015 - dieci anni per omicidio plurimo colposo e lesioni colpose, cinque per naufragio colposo, uno per abbandono della nave - e nel maggio dell’anno successivo la Corte d’Appello di Firenze aveva confermato in pieno quella sentenza, disponendo anche l’interdizione di Schettino per 5 anni da tutte le professioni marittime.

Ieri la Corte Suprema ha deciso di confermare quella sentenza, rendendola di fatto definitiva. Francesco Schettino si è presentato subito dopo nel carcere romano di Rebibbia e si è costituito, mentre il suo avvocato Saverio Senese ha già annunciato l’intenzione di presentare ricorso alla Corte Europea dei diritti dell’uomo:

Ci sono state violazioni del diritto di difesa. Dopo le motivazioni valuterò se ricorrere alla Corte Europea. Schettino sa di essere responsabile, ma non colpevole.

GIGLIO PORTO, ITALY - JANUARY 14:  The cruise ship Costa Concordia lies stricken off the shore of the island of Giglio, on January 14, 2012 in Giglio Porto, Italy. More than four thousand people were on board when the ship hit a sandbank. At least 3 people have been confirmed dead and another 50 are unaccounted for. (Photo by Laura Lezza/Getty Images)

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO