Berlusconi pagherà due milioni al mese per Veronica Lario

La sentenza della Cassazione ha ribaltato il verdetto della Corte d'Appello. L'ex Presidente del Consiglio dovrà pagare un oneroso assegno mensile all'ex moglie.

untitled-design.png

Silvio Berlusconi dovrà continuare a versare un assegno di due milioni di euro su base mensile all’ex moglie Veronica Lario. Lo ha stabilito la Cassazione e per questo la sentenza è definitiva. Il ricorso presentato dai legali dell’ex Presidente del Consiglio è stato respinto dai giudici. La motivazione dei giudici è piuttosto chiara, “La separazione non elide la permanenza del vincono coniugale”.

Essendo la separazione diversa dal divorzio vero e proprio il marito è tenuto a mantenere la moglie garantendole lo stesso tenore di vita precedente. Questa sentenza ribalta quella della Corte d’Appello di Milano che nel 2014 aveva ridotto ad un milione mensile l’assegno destinato alla signora Lario.

Nel prendere la decisione ha influito anche il fatto che Silvio Berlusconi è uno degli uomini più ricchi del mondo ed ha, quindi, una notevole disparità di reddito rispetto a Veronica Lario. Da notare che il concetto di tenore di vita, contrariamente a quanto avveniva in passato, si ritiene applicabile in fase di separazione e non di divorzio.

Una recente sentenza, infatti, ha stabilito che sposarsi non è più una sistemazione definitiva ma un atto di libertà e autoresponsabilità. In soldoni, è proprio il caso di dirlo, l’assegno di divorzio sarà valutato sull’indipendenza o autosufficienza economica dell’ex coniuge che lo richiede.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 408 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO