Crollo ponte su A14, gli indagati sono 41

Il crollo provocò la morte di due persone


Prosegue l'inchiesta sul crollo sulla A14, avvenuto il 9 marzo, che provocò la morte di due persone.

A cedere la struttura del cavalcavia 167 della SP10: il ponte è crollato travolgendo l'auto che in quell'istante percorreva quel punto dell'autostrada, all'altezza di Camerano. A bordo della vettura c'erano due coniugi 60enni, Emidio Diomede e Antonella Viviani.

Gli indagati al momento sono 41. A lavorare al caso il pm Irene Bilotta, che ha disposto un'integrazione di consulenza tecnica per accertare le cause del cedimento del cavalcavia, come atto irripetibile

Chiamate in causa, tra gli altri, i responsabili della ditta che si occupava dei lavori in corso in quei giorni.

I reati contestati sono: disastro colposo, cooperazione colposa in omicidio, lesioni colpose (relative ai tre operai feriti), lesioni gravi commesse con violazione delle norme sulla tutela della salute e sicurezza sul lavoro.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO