Julian Assange, la Svezia ritira le accuse di stupro

La Svezia ha annunciato oggi di aver archiviato l’inchiesta sul presunto stupro compiuto dal fondatore di Wikileaks Julian Assange, chiudendo così un lungo capitolo iniziato ormai sette anni fa.

Il Capo della Procura Marianne Ny ha prontamente presentato al Tribunale di Stoccolma la richiesta di revocare il mandato d’arresto per Julian Assange, ospite dell’ambasciata dell’Ecuador a Londra dal 2012 per evitare l’arresto e la conseguente estradizione.

L’annuncio è stato fatto questa mattina nel corso di una breve conferenza stampa:

Il Procuratore Capo Marianne Ny, ha deciso oggi di archiviare l’inchiesta sul presunto stupro compiuto da Julian Assange.

Assange aveva sempre negato ogni addebito e sei mesi fa era stato interrogato ufficialmente nell’ambasciata dell’Ecuador di Londra in presenza delle autorità svedesi. Ora che questo capitolo si è chiuso - il mandato di arresto sarà revocato nelle prossime ore - la attenzioni del fondatore di WikiLeaks e del suo team di legali si potranno concentrare sul Regno Unito.

Le autorità britanniche, infatti, non hanno confermato né smentito di aver ricevuto una richiesta di estradizione da parte degli Stati Uniti - dove l’inchiesta su WikiLeaks e la pubblicazione di documenti riservati, in parte legata anche al caso di Chelsea Manning, è ancora aperta - e il rischio per Assange di venir arrestato ed estradato negli USA è molto concreto.

Fino a quando non si avranno maggiori certezze, l’Ecuador continuerà ad ospitare Julian Assange in qualità di rifugiato politico nella propria ambasciata a Londra.

julian-assange-02.jpg

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO