USA, morto lo studente rimasto prigioniero in Corea Del Nord per 18 mesi

Otto Warmbier non ce l’ha fatta. Lo studente statunitense di 22 anni rilasciato martedì scorso dalle autorità della Corea Del Nord dopo 18 mesi di prigionia è deceduto. Lo ha annunciato la sua famiglia, questa sera, con una breve dichiarazione:

É nostro triste dovere informarvi che nostro figlio, Otto Warmbier, ha concluso il suo viaggio verso casa. Circondato dalla sua amata famiglia, Otto è deceduto alle 14.20 di oggi.

Il giovanissimo, nato e cresciuto in Ohio, fu arrestato il 2 gennaio 2016 in Corea Del Nord e condannato a 15 anni di lavori forzati per avere rubato un poster di propaganda politica da un hotel. Nonostante le lunghe trattative degli Stati Uniti, la Corea Del Nord ha deciso di rilasciare il giovane soltanto il 12 giugno scorso, quando le sue condizioni di salute erano ormai disperate.

Non è chiaro cosa sia successo al giovane durante quei mesi di detenzione, ma la versione fornita dalla Corea Del Nord è che il 22enne ha contratto il botulismo dopo aver ingerito un alimento contenente la tossina ed è finito in coma dopo aver preso delle pasticche per dormire. Questa versione è stata prontamente smentita dai medici statunitensi che hanno preso in cura il giovane subito dopo il suo rilascio.

otto-warmbier.jpg

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO